Seguici su

Cerca nel sito

Verso la gara col Valentino-Santa Marinella

Ultimo allenamento per la Cestistica. Paciucci: ‘Stiamo crescendo’

Più informazioni su

Il Faro on line – Ultimo allenamento questa sera per la Cestistica Latina che domani, domenica 24 ottobre, sarà di scena al Palazzetto dello Sport di Santa Marinella, alle ore 18, contro il Valentina Santa Marinella, in una gara valida come terza giornata del campionato di B d’eccellenza femminile di pallacanestro. La gara sarà diretta dai signori Luca Ferri di Rieti ed Emanuele Desideri di Viterbo. Coach Paciucci dovrà fare a meno del capitano, Melania Orazi, che ne avrà per almeno dieci giorni. L’infortunio occorsogli durante la gara contro l’Astro Cagliari, si è infatti rivelato più grave del previsto. “Dovremo cercare di fare di necessità virtù – ha tenuto a precisare il coach della Cestistica Latina – Mi auguro di recuperarla per la sfida contro la Bull Latina del 31 ottobre, ma ci sono ancora forti dubbi che lei possa essere in campo nel derby. Rischiare una ricaduta – ha spiegato Paciucci – potrebbe essere deleterio e a noi Melania serve come il pane”. Al suo posto ci sarà la giovane Sara Cannavò, mentre per la decima del roster il ballottaggio è tra le giovani Mascolo e Lo Russo. “Deciderò all’ultimo momento – ha tenuto a precisare lo stesso Paciucci – Molto dipenderà anche da quello che vedrò questa sera (sabato 23 ottobre) nell’ultimo allenamento prima della gara di domani (domenica 24 ottobre) a Santa Marinella. Sappiamo perfettamente che affronteremo una squadra ben rodata, che però come noi non ha ancora mai vinto una partita. Hanno due giocatrici di provata esperienza come la pivot Bolognesi e la guardia Biscarini. Due giocatrici che possono fare la differenza in qualsiasi momento. Noi, non sto qui a ripeterlo, siamo una squadra molto giovane, che cresce di partita in partita, ma alla quale in questa settimana ho chiesto più attenzione in campo. Perché se dall’altra parte c’è una squadra più forte della nostra, noi siamo pronti a stringerle la mano ma se, come è successo contro l’Astro Cagliari sabato scorso, dobbiamo regalare la partita su di un piatto d’argento, allora mi arrabbio come ho fatto al termine della gara contro le sarde. Possiamo anche perdere, ma senza regalare nulla. Domani (domenica 24 ottobre) voglio vedere, da questo punto di vista, molta più attenzione da parte delle mie ragazze”.

Più informazioni su