Seguici su

Cerca nel sito

Redimedica, battuta d’arresto

La squadra perde in casa con la sarda Selargius

Più informazioni su

Il Faro on line – Brutta battuta d’arresto casalinga per la Redimedica Bull Basket Latina, che dilapida, nel finale, un discreto vantaggio e cede sotto i colpi della formazione sarda del Selargius. Una Bull che mostra evidenti progressi nel gioco rispetto alle ultime uscite, ma si mostra ancora troppo debole dal punti di vista caratteriale.
Buono l’esordio di Simona Bertocchi, al rientro in campo dopo quasi due anni di inattività. Bene anche la Ciaravino, concreta in attacco e attenta in difesa.
Il match parte con le bianco verdi in affanno. Incapaci di prendere le misure alle avversarie – brave nelle incursioni e nelle penetrazioni – Ciaravino e compagne incappano in un primo parziale shock, che le vede realizzare solo 4 punti, al fronte dei 14 messi a referto del quintetto sardo.
Nel secondo quarto, però, la partita inizia a prendere una piega diversa. La Bull è più aggressiva, inizia a vedere il canestro con maggiore continuità e la gara delle padrone di casa cambia registro. Lo testimonia il punteggio del parziale, che termina in parità (17-17). All’intervallo lungo, però, il Selargius è ancora avanti di 10 lunghezze.
Coach Lazzaro alza la voce e carica le sue atlete. La Redimedica Bull Basket ne trae giovamento, la squadra dimostra sempre più grinta in campo ed il Selargius, a tratti, appare quasi spaesato. Il quintetto bianco verde inizia a prendere fiducia e con lui anche tutto il pubblico della palestra della Don Milani. La Bull attacca con continuità e grazie ad un break di 12-2 riesce ad agganciare le avversarie. Il canestro della Sorvillo segna per la prima volta il vantaggio delle padrone di casa sul 35-33. Sulle ali dell’entusiasmo, il quintetto di Ciccio Lazzaro continua a trovare con eccezionale continuità il canestro e alla fine del terzo tempo la Bull è avanti 44-40.
L’ultimo quarto è all’insegna dell’equilibrio, con la formazione di casa che sembra in grado di prendere in largo, ma con il Selargius che resta sempre aggrappato alle caviglie delle pontine. Le bianco verdi toccano il massimo vantaggio sul 54-47 a 4’ dal termine. Partita chiusa? Neanche per sogno. Un fischiato alla Ciaravino rimette in carreggiata le sarde, che risalgono fino al -1 (54-53 a 1’32” dal termine). La Bull crolla, non riesce più a trovare il canestro e Selargius passa a condurre e conquista due punti comunque sudatissimi.
REDIMEDICA BULL LATINA 55
SELARGIUS 57
Parziali: 4-14; 21-31; 44-40


LATINA: Della Selva 14, Santopadre 8, Domanin, Sorvillo 8, Ilari 7, Bertocchi 6, Perini, Proietti Ciolli, Ciaravino 10, Varricchio 2. All. Lazzaro
SELARGIUS: Satta 4, De Salvi, Lussu, Perseu 6, Saba, Palmas 5, Tinti 8, D’Arienzo, De Iana 2, Cavallini 5. All. Staico


Arbitri: Verolino di Ciampino e Venditti di Roma

Più informazioni su