Seguici su

Cerca nel sito

‘Continuare a erogare servizi senza vedere un solo euro è impossibile’

Galloni: ‘auspichiamo che l’impasse cagionata da cortocircuiti burocratici si risolva in una settimana’

Più informazioni su

Il Faro on line – “Questa è la dimostrazione che quando persone oneste, di qualsiasi età ed estrazione sociale, credono in un obiettivo da raggiungere insieme, anche la burocrazia più ostinata e incapace può essere sconfitta”
Lo dichiara il direttore generale di Anffas Ostia Onlus, Stefano Galloni (nella foto), appena appresa della proroga per ulteriori due mesi del servizio di assistenza curato dall’associazione Anffas di Ostia ai 30 bambini con problemi di autismo ufficializzata dall’Onorevole Maurizio Perazzolo, presidente della commissione Lavoro, pari opportunità, politiche giovanili e politiche sociali della Regione Lazio, il quale, in una nota, ha anche comunicato che gli uffici regionali “sono già al lavoro per pianificare gli interventi necessari per il prossimo anno, così da fornire continuità al servizio”.
“Grazie ai 30mila amici, utenti e soci che hanno appoggiato la nostra mobilitazione, credendo nell’onestà, trasparenza e disponibilità di Anffas Ostia, riusciamo finalmente a dare una speranza certa ai 30 bambini autistici” ha chiosato Galloni spiegando però come il progetto sia strettamente connesso alla mancata erogazione delle rimesse 2009 e 2010 (già certificate dalla Asl Roma D).
“Abbiamo letto le dichiarazioni rilasciate qualche giorno fa al Sole 24 Ore dall’Assessore al Bilancio della Regione Lazio Stefano Cetica (“una parte del debito verrà saldata entro la fine del mese prossimo”) – ha sottolineato il Dg Anffas Ostia – che ci fanno ben sperare, ma continuare a erogare servizi senza vedere un solo euro è praticamente impossibile. Non veniamo saldati da oltre un anno, pur essendo in possesso delle rimesse certificate dall’Asl Roma D. E la dead line di fine novembre potrebbe essere troppo in là per Anffas Ostia. Per questo auspichiamo che l’impasse, cagionata anche questa esclusivamente da cortocircuiti burocratici indegni di una Regione importante come la Regione Lazio, si  risolva al massimo tra una settimana o due, come già c’è stato comunicato direttamente dal Consigliere Perazzolo, che ben ha seguito l’iter dei 30 bambini con autismo”.
“Ringraziamo chi ci è stato vicino, in particolare l’onorevole Maurizio Perazzolo” ha concluso il Presidente di Anffas Ostia, Ilde Plateroti Narducci, che sulla mancata erogazione delle rimesse 2009 e 2010 ha lanciato un appello al Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini: “Confidiamo risolva questo problema che continua a tenere sulle spine famiglie ed operatori e che presto torni a trovare i ragazzi della struttura ed in lista che la attendono per il regalo più grande”.

Più informazioni su