Seguici su

Cerca nel sito

‘Caso Herla: l’azienda non si presenta per le conciliazioni’

Cgil: ‘responsabilità gravissima’

Più informazioni su

Il Faro on line – La Herla, adducendo motivi del tutto strumentali, si è sottratta all’impegno preso con le lavoratrici di avviare le conciliazioni sugli arretrati retributivi. Il legale rappresentante non si è presentato all’appuntamento fissato da giorni con gli Ispettori della Dpl”.
Lo comunica in una nota la Cgil-Cdlt del Comprensorio Pomezia-Castelli-Colleferro-Subiaco che aggiunge: “L’azienda – dichiara Gianni Leonetti della segreteria Cgil del Comprensorio – si assume in questo modo una responsabilità gravissima. Inoltre le motivazioni addotte sembrano voler gettare benzina sul fuoco. Da settimane le lavoratrici Herla sono qui per difendere il proprio posto di lavoro e non si sono mai rese protagoniste di azioni intimidatorie nei confronti di alcuno o mirate al danneggiamento di beni dell’azienda o privati, ma hanno agito sempre con correttezza e determinazione. Alla luce della situazione odierna assume ancor più importanza l’incontro previsto per domani in Regione, dove verrà affrontato sia l’aspetto economico che quello del futuro occupazionale. Auspichiamo – conclude Leonetti – che l’istituzione regionale sia in grado di operare, con il concorso delle Organizzazioni Sindacali Confederali, per una soluzione unitaria nell’interesse di tutti i dipendenti della Herla”.

Più informazioni su