Seguici su

Cerca nel sito

Presentato il progetto ‘Children Help’

L’iniziativa proposta dal Comitato di difesa civica e ambientale

Più informazioni su

Il Faro on line – “Children help” è il progetto presentato nell’aula consiliare Massimo Di Somma del municipio XIII dal Comitato di difesa civica e ambientale, con il supporto tecnico dell’ufficio del difensore civico della Provincia di Roma. “Mai come oggi questa iniziativa nata in sede di commissione cultura giunge in modo appropriato. I recenti fatti di cronaca ce lo hanno dimostrato: i minori devono poter avere un punto di riferimento con il quale interagire, sia in famiglia che fuori”. È quanto dichiara il presidente della commissione cultura, Monica Picca.
“questa iniziativa è rivolta alle famiglie e ai ragazzi che possono trovarsi in difficoltà. “Ed è per questo motivo che saranno coinvolte le scuole del territorio che interagiranno con l’amministrazione, con il XXI distretto scolatico e con alcune associazioni del territorio quali Ascom, Assoacilia, Asshotel, Baal e Cineland e con altri organismi del territorio quali Comunità di Sant’Egidio e Lions club Roma Mare. Parola d’ordine di questa iniziativa è coesione – ha dichiarato Picca – e i ragazzi saranno informati sulla possibilità di avere in primo luogo i commercianti come amici ai quali rivolgersi in caso di necessità con il massimo della condivisione e dell’integrazione”.


Proprio la categoria dei commercianti, rappresentata nell’incontro con la stampa dal presidente lidense, Luca Capobianchi, sarà al centro del progetto Children Help.


“Abbiamo sposato subito questo progetto – ha affermato Capobianco – perchè è in linea con i nostri intendimenti. Gli esercenti vivono in prima persona gli episodi della città perché “sono su strada”, conoscono i clienti molti dei quali sono ragazzi in età scolare che ogni giorno si recano ad esempio ad acquistare la merenda o comunque sono acquirenti. E accade spesso che l’esercente intuisce il disagio dovuto all’ennesimo atto di bullismo o dovuto ad altre situazioni che incidono sulla sensibilità del minore. Siamo quindi a disposizione come supporto e per contribuire alla prevenzione del disagio minorile”.


“La nostra proposta – ha affermato Siro Stella promotore del progetto – intende formare una rete di assistenza sul territorio che per adesso coinvolge i minori ma che in futuro potrebbe anche coinvolgere gli anziani”.


Alla conferenza stampa era presente Alberto Vinci in rappresentanza dei Lions Club Roma mare in pieno accordo con l’iniziativa che mira alla “sicurezza partecipata” e Daniela Betti, in rappresentanza della Comunità di Sant’Egidio.

Più informazioni su