Seguici su

Cerca nel sito

‘Il Lido come il Far west’

Paletta e Onorato chiedono un Consiglio straordinario e una soluzione definitiva contro la criminalità

Più informazioni su

Il Faro on line – Ore di tensione per il Lido di Ostia. Nel quartiere marittimo di Roma giovedì pomeriggio un gruppo di stranieri ha dato luogo a una rissa stile ‘Far west’, ma invece di usare le ‘colt’ hanno usato una moderna bomba a mano, scagliata vicino a una palazzina e fortunatamente rimasta inesplosa. La mattina seguente una telefonata anonima, che ha fatto leva sulla paura della strage sfiorta il giorno prima, ha annunciato la presenza di un ordigno esplosivo al Tribunale di Ostia. Immediato lo sgombero dell’edificio. Fortunatamente la chiamata è risultata essere falsa. Ma ora i rappresentanti delle Forze dell’ordine e della politica locale si stanno muovendo per  dare una maggiore sicurezza e vivibilità al territorio.

In primis la proposta di Angelo Paletta, esponente dell’Udc di un Consiglio straordinario immediato, data la gravità dell’episodio, che ha fatto vivere all’intera cittadina momenti di vero terrore, infatti “ieri – dichiara il Consigliere in XIII – siamo ritornati ad un passato che speravamo superato una volta per tutte, ma purtroppo ad Ostia le bande criminali si fronteggiano di giorno sulla spiaggia a dispetto della legalità e delle forze dell’ordine”. 

Ma la situazione non solo è terrificante per l’incolumità della cittadinanza, ma anche  perché “c’è quello che i criminali facciano fuggire turisti e imprenditori dal nostro territorio – ha concluso l’assessore – ed il timore che una volta che le bande si saranno spartite il territorio dovremo sottostare alla violenza e all’arroganza di chi non si fa problemi a sparare per strada e a lanciare bombe a mano”.

Immediato anche l’intervento di Alessandro Onorato, Capogruppo Udc in Campidoglio, che ha appoggiato l’iniziativa per un Consiglio straordinario “sulla legalità e la sicurezza, come già richiesto dal nostro consigliere municipale Angelo Paletta, alla presenza del Prefetto Giuseppe Pecoraro, del Sindaco Alemanno e di tutte le forze politiche per trovare soluzioni pratiche ed immediate”.  Anche perché “Vedere il lungomare del lido di Roma – ha incalzato Onorato – trasformato in un vero e proprio teatro di guerriglia urbana ci lascia a dir poco preoccupati e attoniti”. 

Per il Capogruppo Udc la soluzione deve essere definitiva, e “serve un segnale forte dalle Istituzioni perché ormai il XIII Municipio è diventato ‘terra di conquista’ e lo dimostrano i fatti. Neanche 7 giorni fa un uomo è stato freddato per strada all’Infernetto, 15 giorni fa un ragazzo è stato gambizzato e poi il suo aggressore ha cercato di ‘finire il lavoro’ provando a ucciderlo in ospedale, spiagge comunali ripetutamente distrutte da incendi dolosi, un tasso di usura tra i più alti registrati nella provincia di Roma e furti sistematici in zona Palocco-Axa-Infernetto. Un quadro davvero desolante ed inquietante”.

Infine Onorato sottolinea l’importanza di questi fenomeni, mettendo in guardia dalla pericolosità di essi che potrebbero avere come conseguenza il fatto “che uno dei territori più vasti e popolosi della Capitale diventi ‘zona franca’ per violenza e crimini”. Cosa già successa in passato, per cui, ancora oggi, Ostia è bollata come ‘borgata’.
Ione Pierantonio

Più informazioni su