Seguici su

Cerca nel sito

Comitato Circoscrizioni, pronto il regolamento

Parla il coordinatore dei presidenti del Comune rotuleo Mauro Bruno

Più informazioni su

Il Faro on line – “No alla cancellazione delle circoscrizioni”, a dirlo è Mauro Bruno, coordinatore dei presidenti del Comune di Latina, dopo l’incontro svoltosi ad Ancona pochi giorni fa, in cui è stato definito ed approvato all’unanimità il regolamento per aderire al comitato nazionale delle circoscrizioni nato a Forlì lo scorso 30 giugno 2010. Questo uno dei punti della riunione che si è tenuta nell’aula consiliare di Ancona il 29 ottobre 2010 tra tutti i comuni italiani che aderiscono all’iniziativa. La riunione tenutasi nelle Marche è servita a continuare il lavoro per il sostegno del decentramento amministrativo iniziato da alcuni mesi e che vede impegnati gli amministratori delle medie città per far modificare la legge 42/2010 che ha previsto la chiusura delle circoscrizioni per i comuni tra i 100 e i 250mila abitanti.
Durante il dibattito, al quale ha partecipato anche il sindaco di Ancona, Fiorello Gramillano, con un passato da presidente di circoscrizione, è emersa anche l’esigenza di avviare percorsi condivisi per la realizzazione di alcune proposte da sottoporre al Governo e al Parlamento per l’emanazione di nuove norme in grado di restituire ai cittadini la possibilità di partecipare attraverso forme rinnovate partecipative di decentramento.
“In questo senso – ha spiegato la coordinatrice Katia Zattoni – ci vogliamo muovere per trovare una continuità elettiva agli organismi oggi soppressi. E’ convinzione di tutti, infatti, che le circoscrizioni non potranno essere sostituite da comitati di quartiere o organismi di partecipazione che non siano eletti direttamente e democraticamente dal popolo. Laddove hanno sperimentato nei mesi scorsi queste nuove forme di partecipazione si è appreso che non hanno funzionato e stanno generando scarsa fiducia nei cittadini e pochi risultati sul territorio”.
Proprio per questo il comitato nazionale ha deliberato anche la costituzione di un gruppo di lavoro coordinato dall’assessore al decentramento di Bergamo, Francesco Benigni, e dal presidente di Circoscrizione di Prato, Luisa Peris, per sottoporre al comitato stesso una proposta che tenga conto delle esigenze espresse dai comuni nella riunione di Ancona.
Il dibattito si è concluso con la discussione sugli stati generali e sulle iniziative da adottare sui comuni per portare all’attenzione dei cittadini il problema del decentramento e la sua soppressione. Attorno alla metà di novembre sui singoli territori si organizzeranno iniziative locali in grado di mantenere alta l’attenzione sull’importanza che hanno le circoscrizioni sul territorio e per condividere coi cittadini le iniziative che sono state  realizzate a favore della collettività.
E intanto l’11 di novembre il comitato nazionale delle Circoscrizioni, su espresso invito dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani, parteciperà alla Assemblea Nazionale Anci di Padova.
“Andiamo avanti nel difficile compito di far modificare la norma che ha soppresso i distretti – ha spiegato il coordinatore dei presidenti del Comune di Latina Mauro Bruno – Quello che faremo prossimamente è una manifestazione già condivisa con tutti i presidenti di Latina per mantenere alta l’attenzione dei cittadini sul problema legato alla cancellazione delle circoscrizioni a partire dalla prossima legislatura. Un territorio complesso ed articolato come il capoluogo – ha concluso Mauro Bruno – ha bisogno di collegamenti con il comune centrale, specie per le zone periferiche ed i borghi che distano alcuni chilometri dal centro per continuare a dare quei servizi e quelle risposte in termini di condivisione e proposta per il migliore governo della città”.

Più informazioni su