Seguici su

Cerca nel sito

Infernetto, no al centro commerciale

L'Ascom-Confcommercio si scaglia contro il progetto

Più informazioni su

Il Faro on line – “Siamo seriamente preoccupati per le notizie che ci giungono riguardo il nuovo centro commerciale che si vuole costruire nella zona Canale della Lingua (Infernetto), nel territorio di Ostia. Sembra, infatti, che l’iter burocratico stia andando avanti. Se così fosse siamo pronti a mobilitarci duramente con tutti gli strumenti a nostra disposizione”. E’ quanto dichiara il presidente dell’Ascom di Ostia – Confcommercio Roma, Luca Capobianco. “La realizzazione di un simile progetto, di cui davvero non avvertiamo il bisogno – dice Capobianco – comporterà un vero e proprio trauma per il tessuto commerciale di tutto il territorio, già messo a dura prova dall’esistenza di altri grandi poli commerciali nel quadrante Eur – Cristoforo Colombo – Portuense e Castel Romano”. “Le prime a rimetterci – aggiunge il presidente dell’Ascom di Ostia – come già accaduto in passato, saranno le piccole e medie imprese di vendita al dettaglio, ma anche gli stessi cittadini che vedranno il loro territorio sconvolto dall’ennesima cementificazione del paesaggio urbano, che nulla ha a che vedere con quanto disposto dal Patto Territoriale ma anzi lo contraddice”. “Quest’ultimo infatti – spiega Capobianco – si pone come obiettivo quello della valorizzazione ambientale, culturale e turistica del nostro territorio, non certamente perseguibile con la costruzione di un altro centro commerciale”. “Per non parlare poi – conclude Capobianco – del traffico che si verrebbe a creare sulla Cristoforo Colombo, un’arteria già adesso caotica ad ogni ora del giorno e della notte, penalizzata dall’assenza di qualsivoglia opera di manutenzione e miglioramento per snellirne la viabilità. Non oso davvero immaginare cosa succederebbe nel fine settimana”.

Più informazioni su