Seguici su

Cerca nel sito

Il Benacquista più brutto perde a Sant’Antimo

La situazione in classifica ora è molto delicata

Più informazioni su

Il Faro on line – Brutta sconfitta per la Benacquista Assicurazioni Latina Basket, che cede in casa a Sant’Antimo e torna a vedere lo spettro dei play out. Quella di questa sera, domenica 3 aprile, è stata la prestazione più brutta offerta in casa dai biancazzurri, mai in partita, mai capaci di potersi rimettere in gara. Ed ora, come detto, la situazone di classifica si fa molto delicata.

PRIMO QUARTO
Il primo acuto della gara era di Matteo Rossetti, ma pronta la risposta di Eliantonio. I cento e chiassosi tifosi arrivati da Sant’Antimo si esaltavano, poi, a 7’ e 41” dalla conclusione del primo quarto per la “bomba” di Gagliardo. Tutto questo mentre, dall’altra parte, sia Amoroso che Ferrarese trovavano solo ferro dalla lunga distanza. La Benacquista, un po’ contratta, sbagliava l’impossibile sotto canestro e, come spesso è accaduto in questa stagione, veniva punita, nel caso specifico, da Eliantonio: 4-10 a 5’ e 29” dalla conclusione del primo quarto e timeout Latina. Un parlarci sopra che non sortiva gli effetti sperati, anche se a 4’ e 15” il digiuno veniva spezzato da una “tripla” di Amoroso. Dall’altra parte, però, Calabria rispondeva allo stesso modo. Ferrarese provava a ravvivare la situazione con un “coast to coast”, ma Sant’Antimo non mollava la presa, riuscendo ad alzare la percentuale al tiro in maniera vertiginosa: 9-21 a 1’ e 36” dalla conclusione del primo quarto di gioco. Il finale, poco dopo, con una piccola ripresa nerazzurra: 12-21.

SECONDO QUARTO
Benacquista in confusione anche all’inizio del secondo periodo di gioco. Fortuna che dall’altra parte Sant’Antino non ne approfittava. Morale della favola, nei primi due minuti, l’unico canestro era quello di Gatti, sul quale la difesa biancazzurra dormiva dopo una conclusione dalla lunga distanza di Eliantonio. La Benacquista, praticamente assente, veniva richiamata in panchina dal coach Salzano: timeout a 6’ e 44” dall’intervallo sul 12-26. E quando Iardella, a 5’ e 42”, metteva dentro la “bomba”, il parziale di 0-9 era lo specchio fedele di una situazione incredibilmente brutta per la Benacquista, che andava sotto di ventitre punti poco dopo con lo stesso parziale che, in un amen, passava a 0-14: 12-35 a 4’ e 41” dal riposo lungo. Ferrarese fermava con una “tripla” l’emorragia. Poco dopo era Amoroso ad imitare il suo compagno di squadra e con il canestro di Soloperto, era Latina ora a mettere insieme un 8-0 quantomeno di speranza: 20-35 a 3’ e 34” dall’intervallo. Dopo il timeout chiesto da coach Scotto, era Gatti a trovare la “bomba”, soffocata dall’altra parte da quella di Amoroso. Era un fuoco di paglia, perché i biancazzurri di Salzano tornavano a sbagliare l’impossibile e in casa campana saliva in cattedra Eliantonio: 28-44 e tutti negli spogliatoi.

TERZO QUARTO
Dagli spogliatoi usciva fuori una Benacquista se non altro più “cattiva”, ma il passivo accumulato non giovava, anche perché Cantone trovava subito la “bomba” per il 32-49 a 8’ e 04” dalla conclusione del terzo periodo. Sant’Antimo non dava cenni di cedimento e la Benacquista continuava a trovare grosse difficoltà nell’andare a canestro: 32-51 a 6’ e 01” . Ferrarese provava a ravvivare l’ambiente, ma le percentuali al tiro dei campani continuavano ad essere molto alte. La Benacqusita faceva leva sui “piccoli”, ma era un predicare nel deserto: 38-59 a 3’ e 54”. La Benacquista, a questo punto, provava a difendere con più attenzione, trovando in Rossetti l’ultimo, davvero, a mollare la presa, ma i campani tornavano a giocare sul velluto, forti un un vantaggio davvero rilevante: 50-68 il finale di tempo.

ULTIMO QUARTO
Forte del vantaggio, Sant’Antimo poteva a questo punto amministrare bene l’incontro, anche se la “tripla” inziale di Ferrarese ridava un po’ luce al grigio pomeriggio di Latina. I biancazzurri provavano a crederci, ma prima Ferrarese e poi Rossetti trovavano solo ferro dalla lunga distanza. Si tornava a realizzare poco e, così, a 5’ e 18” la Benacquista era sotto di 17: 55-72. A 3’ e 56” era ancora Ferrarese, con una  “bomba”, a riaccendere una piccola fiammella di speranza. E poi Ruini, con un “tapin” vincente, riportava Latina in vita: 62-74 a 3’ e 34” con timeout Sant’Antimo. Nel tentativo di rimonta, però, Rotondo faceva 0/2 ai liberi, mentre Ferrarese non sbagliava: 64-76 a 2’ e 34”. A 2’ e 16” veniva fischiato un antisportivo a Ferrarese: Iardella faceva ½ dalla lunetta ma, nonostante l’uscita per cinque falli di Cantone prima e Gagliardo dopo, la rimonta di Latina non si concretizzava, nonostante il tentativo finale. Il canestro a fil di sirena di Valentini decreatava il 74-92 finale con la squadra a far festa con i propri sostenitori.

I tabellini

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA BASKET-AD PALLACANESTRO SANT’ANTIMO 74-92 (Parziali: 12-21; 16-21; 22-26; 24-24)

Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Panzini 4, Ruini 7, Gregori ne, Villani 2, Soloperto 5, Ferrarese 23, Rotondo 4, Amoroso 17, Emejuru, Rossetti 12. Coach: Salzano.

Ad Pallacanestro Sant’Antimo: Iardella 12, Zamo ne, Valentini 14, Gatti 12, Calabria 14, Leccia ne, Aprea 7, Cantone 5, Eliantonio 11, Gagliardo 17. Coach: Scotto.
Arbitri: Colasanti di Firenze e Attard di Priolo Gargallo (Sr)

Note: uscito per cinque falli Cantone (2’ e 42” ultimo quarto), Gagliardo (1’ e 58” ultimo quarto), Ferrarese (26” ultimo quarto). Benacquista Assicurazioni Latina Basket: t2 18/37 (49%), t3 8/21 (38%), tl 14/20 (70%), tt 26/58 (45%), rimb.off 11, rimb. dif. 20. Ad Pallacanestro Sant’Antimo: t2 27/40 (68%), t3 7/17 (41%), tl 17/20 (85%), tt 34/57 (60%), rimb. off. 5, rimb.dif. 25.

Più informazioni su