Seguici su

Cerca nel sito

Accolta la denuncia dei pendolari, ripristinato il treno

L’eliminazione aveva comportato un “buco” di un’ora e mezza tra una corsa e l’altra

Più informazioni su

Il Faro on line – A seguito dei disagi denunciati dai pendolari che ogni giorno utilizzano la tratta tra Maccarese, Palidoro, Torre in Pietra e la Capitale a causa della soppressione del treno delle 16.39, lunedì 28 marzo la società Trenitalia ha deciso di intervenire ripristinando il convoglio. Sono state così accolte le richieste degli utenti e, anzi, i treni delle 17.09 e 17.14 sono stati fusi in quello unico delle 17.14. La società, che sta effettuando la manutenzione sia dei rotabili sia delle linee, aveva deciso di sopprimere il convoglio delle 16.39 da Termini per Torre in Pietra. Con il risultato che tra un treno e l’altro, in pieno orario di punta, c’era un “buco” di un’ora e mezza. “A quell’ora”, aveva dichiarato Andrea Ricci del Comitato pendolari Maccarese-Palidoro, “si assisterebbe all’”assalto all’arma bianca” per guadagnarsi un rettangolino di spazio”. Il comitato si era pertanto attivato per chiedere all’azienda l’inserimento di un convoglio che arginasse i disagi ai passeggeri.

L’annuncio della soppressione era stato dato giovedì 24 marzo ed il ritiro avrebbe dovuto essere operativo dal giorno successivo, ossia venerdì 25 anche se, ipso facto,  il convoglio era stato ritirato lo stesso giovedì. I pendolari, manco a dirlo, erano rimasti sconcertati anche se la società si era scusata per il “disagio”. Un disagio che in realtà si era tradotto in un grandissimo disservizio, però. “Ci sembra di capire che sia stata effettuata in grande fretta la manutenzione, anche se questa continua tuttavia ad essere carente”, aveva spiegato Ricci. “A Maccarese, a febbraio dello scorso anno si verificò il deragliamento di un treno per probabile mancanza di manutenzione su uno scambio: a distanza di tredici mesi, sul binario 4 non c’è stato alcun intervento”. Al momento la situazione è fatta quindi di treni su cui è sempre più difficile riuscire a salire, per il cui potenziamento e miglioramento i pendolari combattono “battaglie disperate”. In previsione dell’arrivo di nuovi residenti a Maccarese e Palidoro, il comitato ha più volte espresso l’intenzione di coinvolgere le istituzioni locali in un’azione decisa per imporre alla società un miglioramento del servizio. Per ora, intanto, una battaglia è stata vinta.

Maria Grazia Stella

Più informazioni su