Seguici su

Cerca nel sito

Latina simbolo della destra, “no” ad alleanze col Pd

Urso interviene sul caso-Pennacchi che sta scuotendo la fase pre-elettorale

Più informazioni su

Il Faro on line – La candidatura del ‘fasciocomunista’ Antonio Pennacchi (nella foto) a Latina, con l’eventuale alleanza Fli-Pd scuote Futuro e Liberta’ e rischia, come ha paventato l’europarlamentare Potito Salatto, di trasformarsi nella ‘Waterloo’ del partito di Fini. Se oggi il numero due di Fli Italo Bocchino ha escluso sia a livello nazionale che locale alleanze con il Pd, diversa e’ la voce del capogruppo Benedetto Della Vedova, che ‘benedice’ quella che chiama ‘l’operazione Pennacchi’ invitando a non farne un motivo di polemica nazionale. Ma l’area moderata che fa capo ad Adolfo Urso e ad Andrea Ronchi vede l’operazione Pennacchi come il fumo negli occhi, temendo che la scivolata a sinistra compiuta a Latina possa proiettarsi poi a livello nazionale. “Latina – spiega Adolfo Urso interpellato dall’Agi – e’ un simbolo nella tradizione della destra italiana, dove per la prima volta si concretizzo’ l’aspirazione ad una destra di governo, per questo – sottolinea – e’ importante piu’ che altrove l’indicazione che Fli dara’ agli elettori”. Urso dice di sperare che “le assicurazioni date stamani dal vicepresidente Bocchino trovino una concreta attuazione smentendo chi ancora oggi teorizza una sorta di laboratorio politico con il Pd”.

Più informazioni su