Seguici su

Cerca nel sito

Tendopoli a Tarquinia, si decide domani

Ieri nuovo sopralluogo nell'area. La San Marco "dirottata" nuovamente su Napoli

Più informazioni su

Il Faro on line – Nonostante la ripresa degli sbarchi, la prima parte dell’operazione migranti, svuotare Lampedusa, si avvia a conclusione. Oggi è partita una nave, la Excelsior, con 1.731 a bordo che farà tappa a Trapani, Catania e Napoli. I migranti sarano distribuiti tra i campi di Chinisia (600 posti), Caltanissetta (600) e Santa Maria Capua Vetere (800). Altre due navi (di 1.800 e 2.000 posti) salperanno domani e saranno dirette probabilmente verso il Centro-Nord, dove però è forte l’opposizione alle tendopoli. C’è ancora incertezza, dunque, sulla destinazione finale dei passeggeri. Il piano illustrato dal ministro dell’Interno, Roberto Maroni, agli enti locali prevede che ogni regione – escluso l’Abruzzo – debba ospitare un campo per extracomunitari. Ma, finora, le uniche tendopoli allestite (oltre a Chinisia, Caltanissetta, Santa Maria Capua Vetere, ci sono Manduria e Potenza) si trovano al Sud. L’unica regione del Centro-Nord che ha risposto all’appello di Maroni è la Toscana, dove sono pronte strutture nelle province di Firenze, Livorno, Grosseto e Arezzo, per un totale di 300 migranti. Saranno trasportati a Livorno da una delle due navi che partiranno domani da Lampedusa.

Ancora avvolte nel mistero le altre destinazioni dei tunisini provenienti da Lampedusa, dopo le sollevazioni di Regioni e Comuni. I nomi di diversi siti sono circolati, anche se non sono ancora definitivi e ci sono margini di trattativa su soluzioni alternative: l’arena Rock di Torino (bloccata dal sindaco Sergio Chiamparino), Montichiari (Brescia), Vipiteno (Bolzano), Padova, Tarquinia (Viterbo), Fermo. Le decisioni finali sulle nuove tendopoli da aprire sono attese per martedì, quando è prevista a Palazzo Chigi la seconda riunione della cabina di regia creata da Governo, Regioni ed enti locali per l’emergenza immigrazione.

Intanto ieri la nave San Marco proveniente dall’Africa, originariamente destinata a Napoli e poi “dirottata” su Civitavecchia, ha nuovamente ricevuto l’ordine di puntare sul capoluogo partenopeo. Dali i migranti, circa 500, saranno trasferiti con i pullman. Ieri mattina nuovo sopralluogo nell’aera dell’ex aeroporto Amerigo Sostegni.

Più informazioni su