Seguici su

Cerca nel sito

Guardia killer: chiesti gli atti relativi all’assunzione

L’uomo, originario di Minturno, il 15 marzo scorso uccise l’ex fidanzata a colpi di pistola

Più informazioni su

Il Faro on line – Una richiesta formale inoltrata alla Provincia di Latina per ottenere documentazione relativa all’assunzione di Carlo Emanuele Caliman come agente di Polizia Provinciale. A presentarla il papa’ di Valentina Colella la ragazza di Spigno Saturnia, comune in provincia di Latina, uccisa il 15 marzo scorso, con la pistola d’ordinanza dall’ex fidanzato ora rinchiuso in carcere. L’avvocato della famiglia ha inoltrato all’ente di Via Costa richiesta formale per l’acquisizione dell’intero fascicolo riguardante il procedimento che ha consentito all’uomo di entrare alcuni anni fa nel Corpo dell’ente di via Costa. Il 39enne originario di Minturno, il 15 marzo scorso, ha dato appuntamento all’ex fidanzata Valentina Colella, sulla Formia Cassino e al culmine di una lite probabilmente dovuta a motivi di gelosia, le ha sparato numerosi colpi di pistola uccidendola. I genitori della vittima stanno tentando di fare luce sulle ragioni per cui a Caliman fosse stata affidata una pistola di ordinanza e se, nel fascicolo di assunzione come guardia provinciale, fosse presente la perizia di uno psicologo che avallasse l’affidamento di un’arma da fuoco al giovane assassino.
(Fonte Agi)

Più informazioni su