Seguici su

Cerca nel sito

“Via della Pesca: ennesima invasione di moscerini”

Biselli (Fli): “Case e attività commerciali sono falcidiate da questa piaga”

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ennesima invasione di moscerini in via della Pesca”. Lo denuncia il capogruppo di Futuro e Libertà, Raffaello Biselli: “La situazione è al limite – spiega -. Case e attività commerciali sono falcidiate da questa piaga che ormai a tratti sta raggiungendo i contorni di una vera e propria emergenza. Ristoranti e Bar sono al collasso, i cittadini al limite dello sfinimento. L’autorità portuale intervenga per sigillare le vasche di colmata nelle quali è stoccato il materiale di risulta proveniente dal dragaggio del Porto Canale, causa del proliferare degli insetti”.
“Bene ha fatto il sindaco ad attivarsi, dopo le nostre proteste, sollecitando l’ente a prosciugare le vasche. Ma gli interventi messi in campo fino a oggi sono risultati vani. In più rimane l’incognita sanitaria, poiché il materiale di risulta inquinato è stoccato a pochi passi dalle case e dall’altro grande deposito di sabbie intrise di idrocarburi della vecchia Raffineria. È necessario che l’autorità portuale prenda in mano la situazione e chiuda le vasche per dare il via, subito dopo, al progetto di riqualificazione di via della Pesca fermo al palo da anni”.
Il capogruppo FLI ha incontrato nei giorni scorsi una delegazione di cittadini: “Differentemente da altri, che lasciano foglietti dentro le cassette delle lettere, ho constatato personalmente la situazione. Non possiamo più tollerare che Fiumicino sia una Cenerentola. L’autorità portuale deve farsi carico dei propri oneri. Se così non fosse, e le cose non cambieranno a breve, sono pronto a sostenere l’azione di protesta dei cittadini della zona, decisi a manifestare davanti agli uffici dell’Authority, sempre che sia rimasto qualcuno a lavorare, vista la totale assenza di questo ente sul nostro territorio”.
“Purtroppo – ha concluso il capogruppo FLI – ormai si parla solo di B4A, tema importante del rilancio economico e produttivo del nostro Paese. Ma non dimentichiamoci che la qualità della vita viene prima di ogni cosa”.

Più informazioni su