Seguici su

Cerca nel sito

Asl: arriva l’aiuto dei medici stranieri

Offerto agli immigrati aiuto sanitario linguistico e psicologico

Più informazioni su

Il Faro on line – “L’Amsi, l’Associazione Medici di origine Straniera in Italia, ha messo a disposizione della Asl Roma F di Civitavecchia i propri medici e componenti per offrire agli immigrati aiuto sanitario linguistico e psicologico”.
Lo si legge in una nota dell’Amsi dopo l’arrivo a Civitavecchia dei circa 640 immigrati per la maggior parte tunisini provenienti da Lampedusa ed ora ospitati nella caserma ‘Ugo De Carolis’.
“Ringraziamo la Regione Lazio, l’Asl Roma F, cui fa riferimento Civitavecchia, così come le altre regioni per l’ospitalità offerta in questa situazione di emergenza, nella quale si mette al primo posto l’assistenza umanitaria e sanitaria e si sottolinea la non biunivocità tra immigrazione e sicurezza”, Precisa nella nota il presidente dell’Amsi e della Co-mai (Comunità del mondo arabo in Italia), Foad Aodi. Dunque, i medici ed i componenti dell’Amsi si sono resi disponibili ad offrire agli immigrati il loro aiuto sanitario linguistico e psicologico, insieme ai medici italiani locali ed a quelli provenienti da Roma.
“La collaborazione tra l’Amsi e l’Asl Roma F è ben radicata e risale al 2002, quando venne stipulata una convenzione per gli ambulatori per stranieri organizzati all’associazione di medici, prima nelle sedi di Civitavecchia, e Ladispoli ed ora attivi solo a Ladispoli per l’area che riguarda l’Asl Roma F vista la grande concentrazione di cittadini di origine straniera – sottolinea la nota – Ribadiamo il nostro appello a tutti i rappresentanti di Regioni e Comuni di valutare la situazione di emergenza in atto e dare il loro contributo per superarla e risolverla insieme lasciando da parte divisioni politiche interne e offriamo la nostra disponibilità a collaborare con tutti come sempre – conclude la nota – senza distinzione di carattere politico o geografico”.

Più informazioni su