Seguici su

Cerca nel sito

“Situazione rifiuti al limite della decenza”

Puggioni: “Non serve ampliare un servizio se poi non si è in grado di gestirlo”

Più informazioni su

Il Faro on line – “‘La Provincia resterà al fianco del Comune di Pomezia per continuare su questa strada ed ampliare a tutto il territorio il servizio di raccolta rifiuti porta a porta’. Diceva così l’assessore Civita accanto al sindaco Enrico De Fusco solo qualche settimana fa per annunciare l’ampliamento della differenziata sul territorio. E meno male che la Provincia doveva restare al fianco del Comune di Pomezia”.

E’ il commento dell’ex capogruppo Pdl oggi candidato per l’alleanza del centro Giorgio Puggioni (nella foto) che afferma: “La situazione di pulizia e igiene del territorio è al limite della decenza: ho registrato le polemiche che quotidianamente giungono dai cittadini pronti a collaborare ma ignorati nelle loro segnalazioni. Ho fatto un giro per le strade del nostro comune e le ho trovate sporche con rifiuti abbandonati in giro senza il minimo controllo”.

Puggioni fa riferimento a rifiuti lasciati in strada nella zona di Torvaianica a ridosso di via Zara fino al villaggio Laurentum, ma rifiuti anche nella zona del centro cittadino, di Roma 2 e Santa Palomba. “Non serve ampliare un servizio se poi non si è in grado di gestirlo. Il sindaco e la sua amministrazione fanno proclami che però restano lettera morta, la realtà è un’altra e la città soffre di un’approssimazione che si sta palesando in ogni settore”.

“E’ necessario – ha aggiunto Puggioni – intervenire programmando un piano di raccolta rifiuti che tenga conto del territorio, delle sue caratteristiche e delle necessità di ciascun quartiere. Non possiamo pensare che basta dettare numeri e pubblicizzare percentuali per indicare un traguardo (quello previsto per la differenziata) da cui Pomezia resta ben lontana”.

Più informazioni su