Seguici su

Cerca nel sito

Antonio Campanelli vince al Roma Cavalli

Lo sportivo di San Felice ha vinto il primo premio nella categoria C140

Più informazioni su

Il Faro on line – Per chi non hai mai vissuto l’emozione che si prova montando a cavallo, non può capire l’euforia nel campo di gara, l’adrenalina che si libera prima di ogni ostacolo ed il silenzio dell’apnea in parabola per ognuno. Per non parlare dei festeggiamenti, le urla e gli applausi del pubblico sulla tribuna alla fine di un buon percorso, del sorriso automatico alle parole dello speaker che annuncia il tuo come il miglior tempo ed il miglior percorso in gara!
Brividi di gioia e lacrime di sorpresa: questa è stata la reazione della platea per l’incredibile vittoria di Antonio Campanelli, 28 anni, in sella a Virma, cavalla belga di 12 anni, premiato come migliore istruttore e cavaliere di secondo grado.

Il giovane si allena giornalmente presso il proprio maneggio, “Centro Ippico del Circeo”, e ad oggi ha ottenuto svariati successi, come le vittorie nell’agosto 2008 e Luglio 2009 dove si è classificato primo nella categoria a sei barriere e terzo nella C 150, rispettivamente.
Ancora una volta ha emozionato il suo pubblico nelle quattro giornate di Roma Cavalli, salone internazionale dell’equitazione e dell’ippica, tenuto dal 7 al 10 Aprile presso la Fiera di Roma; una brillante esibizione nella giornata di sabato, dove Antonio ha conquistato il primo premio nella C140, categoria a fasi consecutive, vinta con 0/0 in un tempo di 39,52 secondi.
La competizione più attesa della fiera Cavalli Roma, organizzata nella giornata di domenica, si teneva nel padiglione otto dove il campo era circondato da tribune stracolme di gente che trattenevano il fiato per tutti i dodici salti di 1,45 m. Ed è proprio questo lo scenario in cui Campanelli, in un percorso pulito ed efficacie è riuscito nell’unico doppio netto in un tempo di 59,74 secondi ottenuto nella seconda manche. Al momento della premiazione i primi dieci classificati, su trentasei binomi partecipanti, hanno sfilato sotto le note del grande successo dei Queen, per ricevere coppe e coccarde. Grande partecipazione di tutti al giro d’onore tra applausi e grida di congratulazioni.

Così, anche quest’anno il Lazio si è fatto avanti grazie ad un cavaliere pontino, giovane fuoriclasse pieno di talento, grinta e dedizione. Nell’incontaminata passione che echeggia nei cuori degli sportivi sono queste le qualità che proclamano un assicurato futuro di successo. A loro i migliori auguri ed un in bocca al lupo per le sfide del domani.

Più informazioni su