Seguici su

Cerca nel sito

Carabinieri aggrediti tra le dune

quattro polacchi finiscono in manette

Più informazioni su

Il Faro on line – Quattro cittadini polacchi, pregiudicati e senza fissa dimora, sono stati arrestati ieri sera dai carabinieri di Ostia; l’accusa è di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.
Erano da poco passate le 18:00 di ieri quando un cittadino ha telefonato al 112 richiedendo l’intervento dei carabinieri per via di quattro stranieri che, in evidente stato di ubriachezza, stavano disturbando alcune persone, su una spiaggia libera attrezzata, all’altezza dell’ottavo cancello della via litoranea.
Sul posto è intervenuta una pattuglia dell’Arma: uno dei militari si è avvicinato al gruppo invitando gli stranieri ad esibire i documenti. Questi però, tre uomini e una donna, tutti di età compresa tra i 25 e i 32 anni, infastiditi dalla presenza delle uniformi, hanno reagito con arroganza. La donna, infatti, si è avvicinata ad uno dei militari e, dopo avergli sputato in faccia, lo ha aggredito colpendolo con un violento calcio all’inguine. Il secondo carabiniere è intervenuto per bloccare la donna ma  è stato anch’egli aggredito con calci e spintoni dagli altri tre suoi amici.
A fronte di una vera e propria aggressione, i carabinieri hanno chiesto aiuto alla centrale operativa e, in pochi istanti, sul posto sono intervenute altre pattuglie con le quali è stato possibile immobilizzare gli aggressori.
A.A., P.G., G.Z., e G.A. sono stati arrestati e condotti in caserma dove hanno passato l’intera notte in camera di sicurezza.
Questa mattina sono stati condotti nelle aule del Tribunale di Ostia per essere giudicati con rito direttissimo.
I due militari, hanno riportato traumi e contusioni in varie parti del corpo e se la caveranno con 15 giorni di cure mediche.

Più informazioni su