Seguici su

Cerca nel sito

Forte: “Coalizione di nuovo compatta per le elezioni”

ufficializzazione dell'accordo tra Udc e Pdl per le amministrative

Più informazioni su

Il Faro on line – “Oggi inizia un percorso partito da lontano. Un dialogo con il Pdl cominciato sulla candidatura di Cirilli. Poi è stata fatta una scelta diversa sul candidato. L’abbiamo criticata, ma non per la persona di Di Giorgi che stimiamo e con il quale ho personalmente un ottimo rapporto, quanto piuttosto per come quella decisione era avvenuta. Un fatto che, molto probabilmente, ha risentito delle dinamiche interne che si sono sviluppate nel Pdl dopo la caduta di Zaccheo”.

Lo ha dichiarato l’assessore regionale Aldo Forte, durante la conferenza stampa di ufficializzazione dell’accordo Udc-Pdl per le prossime elezioni a Latina. “Oggi, però, possiamo dire di aver recuperato un rapporto. Per nostra volontà certo, ma anche per quella dello stesso Di Giorgi e della presidente Polverini. La sua presenza oggi, infatti, è un segnale importante. Perché testimonia la volontà di riproporre nell’unico capoluogo di provincia che va alle elezioni quella alleanza che ci ha permesso di arrivare insieme al governo della Regione”.
 “Il nuovo accordo – ha continuato Forte – è sorto in seguito a una lunga discussione di tipo programmatico. In particolare, abbiamo posto l’accento sui soggetti più deboli, spesso colpevolmente dimenticati dai programmi elettorali e che noi chiediamo di mettere al centro delle politiche comunali. Come stiamo facendo con il nostro lavoro in Regione, grazie al quale tra pochi giorni inaugureremo a Latina un centro del Sant’Alessio rivolto ai non vedenti e agli ipovedenti. Grande attenzione anche agli anziani, che l’Udc non considera un peso ma una risorsa da coinvolgere attivamente nella vita sociale della città. Nel nostro programma, inoltre, poniamo l’accento sui giovani. La percentuale di disoccupazione, infatti, ha superato il 33 per cento e pone dei problemi non solo di carattere economico ma anche sociale, che non possono più essere trascurati. Infine, quello che è il cardine di ogni politica dell’Udc, la famiglia. Il nostro obiettivo è quello di introdurre a Latina, come faremo da qui a pochi mesi in Regione, il Fattore Famiglia. Uno strumento per far pagare meno alcuni servizi comunali a quei nuclei familiari più numerosi, economicamente meno avvantaggiati e che si prendono cura di persone non autosufficienti”.
L’assessore Forte ha poi parlato di un altro punto dell’accordo programmatico raggiunto con il resto della coalizione che sostiene Di Giorgi. “Abbiamo chiesto – ha spiegato – che nelle liste non vengano candidate persone che sono indagate. L’Udc già da tempo ha avviato una rigida selezione della classe dirigente, pagando anche sulla propria pelle l’esclusione di esponenti politici con un importante bagaglio di preferenze. Esponenti che, però, intrattenevano rapporti ambigui con ambienti che hanno dimostrato tutta la loro pericolosità nelle ultime vicende vissute dalla città di Latina. Spero – ha poi aggiunto – che questa rappresenti una buona norma di autoregolamentazione non solo dei partiti della coalizione che sostengono Di Giorgi, ma anche delle altre coalizioni in lizza per le prossime amministrative”.
“La battaglia non sarà semplice – ha concluso Forte –  ma sono sicuro che la nostra coalizione arriverà alla vittoria, perché è forte e ha un candidato di spessore come Di Giorigi”.

Più informazioni su