Seguici su

Cerca nel sito

Redimedica Bull all’ultimo respiro

Superato il Perugia di un solo punto

Più informazioni su

Il Faro on line – La Redimedica Bull Basket Latina inizia con sofferenza ma con una vittoria tonificante il suo cammino nei play out. Contro Perugia termina 47-46, a conclusione di una gara palpitante ed emozionante fino al suono della sirena.
In un PalaCoccia con 100 supporters di fede biancoverde la Redimedica Latina parte con Ciaravino, Ilari, Perini, Della Selva e Bertocchi in quintetto. In avvio Perugia mostra una buona circolazione di palla, domina sotto le plance ma si mostra troppo imprecisa al tiro. La Bull, invece, è concreta e conquista il primo vantaggio con Ciaravino. Ben presto le biancoverdi, trascinate da Bertocchi e Perini, volano fino al 18-6. Poi, sul finale di quarto, Perugia riesce ad accorciare fino al 18-10, punteggio con il quale si chiude il primo quarto di gara.
Il buon momento delle umbre prosegue in avvio di secondo parziale quando, grazie ad un grande pressing, riescono a mettere in difficoltà la Redimedica in fase di impostazione di gioco: e così, sul 20-16, coach Tricarico è costretto a chiamare time out. Una pausa che, però, non fornisce gli effetti sperati. La manovra delle pontine non è più fluida come in avvio di gara e le biancorosse umbre sembrano trovare la quadratura del cerchio. A 4’23” dalla pausa lunga Perugia trova il primo vantaggio sul 20-21. Accusato il colpo, ora la Bull mostra timidi segnali di vita grazie ad una buona difesa. Recupera palla e riparte in velocità, riuscendo a rimettere la testa avanti. Sotto le plance, però, continua a dominare Perugia, che ll’intervallo lungo è avanti 24-25.
Tanta confusione ad inizio ripresa. Le due squadre tornano a mostrare manovre poco fluide, prendendosi tiri forzati. Inevitabile l’alta percentuale di errori. A questo, poi, si aggiunge anche l’elevato numero di falli. Ad avvantaggiarsi di questa situazione, seppur in maniera minima, è il quintetto di coach Piselli, che a metà del terzo parziale vola sul +5 (26-31). A prendere per mano la Bull, nel momento più difficile, ci pensa una grande Maila Perini, che torna in campo ed ha subito un impatto importante con il match. La difesa biancoverde ne trae giovamento e la play pontina si mostra fredda e lucida prima dalla lunetta, poi anche dall’arco, per il nuovo sorpasso Latina: 32-31. Nel finale di quarto, però, Perugia, anche con un po’ di fortuna, riesce ad allungare di nuovo portandosi sul 39-35 grazie ad un insperato canestro da metà campo sul suono della sirena.
Al rientro in campo è Ciaravino a suonare la carica. Messaggio recepito dalla compagne di squadra, che alzano il ritmo in difesa e con un break di 6-0 tornano in vantaggio. A smorzare l’entusiasmo, però, è l’immediata tripla di Aisa, che ridà entusiasmo alle biancorosse di coach Piselli. La posta in palio si fa sentire e gli errori continuano a farla da padrone da una parte e dall’altra. A 2’ dal termine Latina è avanti, ma di un solo punto (43-42) e la tripla di Landini è una mazzata. La Bertocchi segna la parità poi Perugia va in lunetta con Piselli che fa uno su due. Sull’azione seguente Bertocchi, da sotto, prende il fallo: sono due tiri liberi. Il silenzio è surreale. Bertocchi fa il pieno e l’entusiasmo del pubblico pontino può esplodere. Ma al lieto fine mancano ancora due secondi, ma il tiro umbro non va in porto. Una gara tiratissima si chiude sul 47-46. Una vittoria che permette alla Redimedica Bull Basket Latina di conquistare due punti di platino in chiave salvezza. Domani c’è il Benevento: in caso di vittoria sarebbe salvezza.

REDIMEDICA BULL LATINA 47
PERUGIA 46
 
Parziali: 18-10; 24-25; 35-39
 
REDIMEDICA BULL: Cucchi, Domanin, Varricchio 2, Proietti Ciolli, Ciaravino 17, Ilari 6, Della Selva 2, Perini 11, Bertocchi 9, Ritondale. All. Tricarico
 
PERUGIA: Piselli 7, Moroni, Marsillo 2, Sportoletti 2, Landini 9, Zarlenga 8, Aisa 10, Donati 4, Migliorati 4, Trona. All. Piselli
 
Arbitri: Ascenzi e Marino di Caserta

Più informazioni su