Seguici su

Cerca nel sito

Benacquista ko ma salvo

I pontini devono ringraziare Agrigento per non essere scesi in B Dilettanti

Più informazioni su

Il Faro on line – La Benacquista Assicurazioni Latina Basket deve ringraziare Agrigento, altrimenti da ieri sera sarebbe retrocessa in B Dilettanti. Il finale thrilling contro Anagni, con una sconfitta, la sesta consecutiva considerando anche la semifinale di Coppa Italia, maturata all’ultimo secondo (88-89), ha regalato al quintetto di Polidori il play out contro la Bitumcalor Trento, la stessa squadra contro la quale Ruini e compagni hanno perso nelle Final Four di Coppa Italia.

PRIMO QUARTO
Era la “bomba” di Soave ad aprile le ostilità al PalaBianchini, ma il 2/2 dalla lunetta di Soloperto e la “bomba” di Ruini rimettevano le cose a posto. L’ala-pivot, biancorossa, però, dimostrava di averre una mano “calda” e il suo pieno dalla distanza portava Anagni di nuovo avanti. Partita vibrante e accesa, semmai ce ne fosse stato bisogno, dalle schermaglie tra le due tifoserie. A 5’ e 22” il gioco da “tre” di Soloperto, riportava avanti Latina. Da Romano ad Amoroso era, anche in questo caso, un gioco di tiri dalla lunga distanza. Ed in questo modo, a 2’ e 59” dalla conclusione del primo quarto di gioco, Latina era avanti di due lunghezze: 13-11. Anagni chiamava time out, ma al ritorno in campo era Rossetti a colpire da “tre”. Si giocava punto a punto, con Anagni pronta a restare aggrappata al quintetto biancazzurro sino al termine: 20-19.

SECONDO QUARTO
Si ripartiva con il canestro di Soloperto e la “bomba” di Romani. Anagni, a questo punto, provava a scappare, ma una bella entrata di Fabio Ruini faceva restare a galla il quintetto pontino: 24-26 a 8’ dall’intervallo. Bruni, anche lui, teneva alta la media dalla distanza della Romana Chimici, ma dall’altra parte Amoroso lo imitava alla perfezione: 29-29 a 6’ e 38” dall’intervallo lungo. Anche Rossetti trovava solo retina dalla lunga distanza e sul 34-31, a 5’ e 42” dal riposo, coach Nunzi chiamava time out. Il parlarci soprava non giovava di fatto alla formazione ciociara. Era la Benacquista, questa volta, a provare ad allungare e per un attimo ci riusciva, sino a quando sul 38-32 Giampaoli trovava la “bomba” per accorciare le distanze e tornare in scia dei pontini. Un attimo, appunto: perché i biancazzurri, con un Ferrarese in cabina di regia particolarmente ispirato, tornavano a +7: 45-38. Il finale di tempo, però, era da dimenticare: 45-40.

TERZO QUARTO
Dagli spogliatoi usciva meglio Anagni, che complice il 3/3 dalla lunetta di Santolamazza tornava di nuovo in partita: 48-46 a 8’ e 08”. Latina sbagliava molto sotto canestro, ma il gioco da tre punti di Fattori la riportava avanti di cinque lunghezze: 51-46 a 6’ e 47”. La partita restava molto tesa e anche gli arbitri ci mettevano del loro per infuocarla ulteriormente. A 6’ e 22” Ruini finiva in panchina con quattro falli. Anagni, da par suo, non sbagliava nulla dalla lunetta e a 5’ e 47” tornava a -1 e poi avanti di un punto, 51-52, grazie  al canestro di Benedusi: a 5’ e 35” Polidori chiamava time out. Fortuna che Rossetti confermava la sua attitudine a togliere le castagne dal fuoco alla sua squadra. Prima una “bomba”, poi una splendida entrata ed ecco che il 5-0 di parziale riportava la Benacquista avanti di quattro: 56-52 a 4’ e 17” dalla conclusione  del terzo quarto: time out Anagni. Al ritorno in campo, però, Romano trovava il  canestro da “tre”, ma dall’altra Soloperto si faceva largo alla grande sotto il tabellone. Anagni non demordeva e con una “bomba” di Bruni tornava in parità a 1’ e 44”: 60-60. Nel finale di tempo la Benacquista trovava modo e tempo per mettere insieme un parziale di 8-2, con canestro a fil di sirena di Soloperto: 68-62.

ULTIMO QUARTO
L’ultimo periodo iniziava con Santolamazza a colpire dalla lunga distanza, imitato poco più tardi da Giampaolo. Fattori provava a metterci una “pezza” e ci riusciva. Poi Mattia Soloperto: altro gioco da tre punti per il 73-68 a 7’ e 52” dalla conclusione. Poi ecco salire in cattedra Amoroso: “bomba” e +8 a 6’ e 49”. La Benacquista prendeva coraggio e quando al limite dei 24” Rossetti trovava anche lui solo retina da “tre”, il  PalaBianchini esplodeva di gioia: 79-70 a 5’ e 14” dal termine. Un vantaggio che la Benacquista dimostrava di poter gestire. A 2’ e 35” veniva fischiato il quinto fallo a Ruini e Anagni ne approfittava per riportarsi sotto: 81-75 a 2’ e 16”. Poi Ferrarese e Rossetti combinavano un pasticcio regalando, in rimessa, un pallone all’Anagni che con Santolamazza si portava sul -4: 81-77 a 1’ e 38”. Lo stesso giocatore, però, un istante dopo veniva espulso per aver colpito Ferrarese a terra. La Benacquista faceva ¾ ai liberi con Fattori e Amoroso, ma dall’altra parte Giampaoli imitava i colleghi pontini e con la successiva entrata di Benedusi, l’Anagni si riportava sotto: 84-82 a 1’ e 03”. Amoroso faceva il pieno ai liberi, Bruni trovava la “bomba” e Panzini una bella entrata. A 20” Romani trovava, però, un’altra “bomba” per il pareggio, ma ad un secondo dalla fine Rossetti commetteva fallo e Benedusi metteva dentro il libero della vittoria: 88-89. L’Anagni festeggiava la salvezza e, poco dopo, la Benacquista passava dal dramma della possibile retrocessione al piccolo sollievo dei play out. 

I tabellini

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA BASKET-ROMANA CHIMICI ANAGNIRIETI BASKET 88-89
(Parziali: 20-19; 25-21;  23-22; 20-27)

Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Panzini 4, Ruini 8, Gregori ne, Soloperto 26, Ferrarese 5, Rotondo 2, Fattori 9, Amoroso 20, Emejuru ne, Rossetti 14. Coach: Polidori.

Romana Chimici Anagni: Giampaoli 10, Buonanno ne, Romano 19, Santolamazza 8, Gennari 7, Romani 7, Soave 10, Bruni 16, Ruggeri ne, Benedusi 12. Coach: Nunzi.

Arbitro: Bianchini di Bagno a Ripoli (Fi), Borrelli di San Giorgio a Cremano (Na).
Note: espulso Santolamazza (1’ e 38” ultimo quarto). Uscito per cinque falli Ruini (2’ e 35” ultimo quarto).
Benacquista Assicurazioni Latina Basket: t2 21/33 (64%), t3 9/21 (43%), tl 19/22 (86%), tt 30/54 (56%). Rimb.off 8, rimb. dif. 23. Romana Chimici Anagni: t2 12/23 (57%), t3 12/28 (43%), tl 27/33 (82%), tt 25/51 (49%). Rimb.off 6, rimb.dif. 16.

Più informazioni su