Seguici su

Cerca nel sito

Estate sicura, pronto a decollare il piano del Municipio

Dal 1 giugno potenziamento delle ambulanze medicali sul territorio

Più informazioni su

Il Faro on line – Potenziamento, già a partire dal 1 giugno, delle ambulanze medicali (con a bordo un medico, un infermiere e l’apparato per la rianimazione) e individuazione delle postazioni fisse nelle aree di Ostia Ponente, Levante, Capocotta e Castelporziano. Intesa tra amministrazione lidense e Asl RmD per la riapertura dei presidi sanitari sulla spiaggia di Castelporziano. Intesa per l’avvio definitivo annuale del Piano Estate, in tempo debito, per l’inizio della stagione balneare, da intendere come vero e proprio evento straordinario e come tale interpretato dal duplice punto di vista sanitario/sicurezza.

Sono questi i punti fondamentali scaturiti dalla seduta congiunta dell’Osservatorio socio-sanitario e sicurezza riunita nella Sala consiliare del municipio XIII. Al centro dell’incontro, il piano Estate sicura e, in particolare, la riapertura dei presidi medici sulla spiaggia di Castelporziano.

Che l’estate per il territorio del municipio XIII, sia un evento eccezionale lo confermano i numeri: oltre un milione le presenze che si aggiungo alle circa 300mila residenti. I due Organismi municipali, in questo senso, hanno ritenuto opportuno unirsi per il piano Estate sicura proprio per questo motivo.

“Siano particolarmente soddisfatti della nutrita presenza della Asl RmD – hanno dichiarato in una nota congiunta Riccardo Marinelli e Luigi Zaccaria, rispettivamente delegati per gli Osservatori sanità e sicurezza – una presenza che indica anche e per la prima volta, una volontà di collaborazione con questa amministrazione. Una intesa che mira alla garanzia della salute dei cittadini. Le due commissioni – affermano ancora Marinelli e Zaccaria – d’intesa con il presidente Vizzani, prendono atto del recupero del dialogo con la Asl RmD, un dialogo carente con la precedente amministrazione sanitaria. Nei prossimi giorni sarà pronto un vademecum per i cittadini che saranno informati sui presidi sanitari posti sul territorio, un vademecum che sarà reso noto alla stampa, distribuito negli alberghi e negli stabilimenti. E presto, sarà portata in Consiglio, una risoluzione definitiva che riguarda lo stesso Piano Estate sicura”.

L’assessore con delega alla sicurezza, Amerigo Olive, nel suo intervento, ha fatto riferimento all’estate 2010 e “all’ottima esperienza maturata che ci ha visti protagonisti in positivo, con il modello Ostia e con il grande supporto delle forze dell’ordine”.

Per il comandante del Gruppo XIII di Polizia municipale, Angelo Moretti “quanto effettuato lo scorso anno è sotto gli occhi di tutti e credo che sia la maggiore soddisfazione per me e per i miei uomini, costretti ad un tour de force eccezionale”.

E a proposito di evento eccezionale, questo concetto è stato ribadito dal direttore sanitario della Asl RmD, Anna Rosalba Buttiglieri, appena insediata nell’azienda e che proprio in questi giorni sta affrontando un altro evento eccezionale: la Beatificazione di Giovanni Polo II. “La Asl RmD – ha affermato la dottoressa Buttiglieri – sta partecipando attivamente a questa iniziativa dal punto di vista sanitario con la mobilitazione del presidio ospedaliero Grassi, il nucleo cure primarie di Acilia, i nuclei cure primarie di Fiumicino e di Fregene. Lo stesso piano potrebbe in parte o in toto, essere predisposto per l’estate lidense. Con il direttore generale Ferdinando Romano stiamo mettendo a punto il piano accoglienza sanitaria che prevede anche contatti con aziende sanitarie vicine e l’intendimento della nuova amministrazione è quello di fare della Asl RmD, la capofila in questo ambito.

Quello dell’informazione, è stato uno dei temi affrontati dal consigliere Stefano Salvemme nel corso della seduta. Salvemme ha riproposto ai rappresentanti Asl, il tema dei finanziamenti e della quota sanità procapite, la più bassa della Capitale. “La Regione non può effettuare tagli a pioggia – ha detto Salvemme – in una zona come questa, la più popolosa di Roma e che in estate vede triplicare le presenze, penalizzandoci doppiamente. E che dire dell’ospedale Grassi – ha detto ancora Salvemme – nato per un bacino d’utenza di gran lunga inferiore all’attuale. È necessario tarare, monitorare la situazione anche in questo senso”.

Il delegato del sindaco alla sanità, Gennaro Del Prete, a proposito di collaborazione tra Asl e amministrazione, ha ricordato che proprio il sindaco è per legge, responsabile della salute dei cittadini e che quindi un Organismo come l’Osservatorio socio-sanitario è indispensabile. Come è indispensabile ridisegnare informando, le competenze dei presidi sanitari sul territorio”.

Sia Riccardo Marinelli che Luigi Zaccaria per il municipio che la Asl RmD, con la dottoressa Buttiglieri (erano presenti anche Paola Masala per al direzione sanitaria e Daniela Sgroi, direttore distretto sanitario municipio XIII) hanno ribadito l’impegno comune per poter attivare in tempo utile e in via definitiva per gli anni a venire, il piano Estate sicura.

Più informazioni su