Seguici su

Cerca nel sito

Stagione balneare, il piano

Lotta all’erosione delle spiagge, più controlli e decoro, l’accordo con gli operatori per un contributo straordinario a sostegno di manutenzione e riqualificazione: alla vigilia della stagione balneare, che si apre ufficialmente il 25 aprile, scatta il “piano litorale” del Campidoglio. Ne ha illustrato i punti salienti il sindaco Gianni Alemanno, nel corso di un sopralluogo a Ostia. 

 


Con il Sindaco erano presenti gli assessori Davide Bordoni (Attività Produttive), Marco Visconti (Ambiente) e Marco Corsini (Urbanistica); il presidente del XIII Municipio, Giacomo Vizzani; il comandante della Polizia Municipale, Angelo Giuliani; il direttore del Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde – Protezione Civile di Roma Capitale, Tommaso Profeta; l’assessore regionale all'Ambiente, Marco Mattei.


Contro l’erosione, ha spiegato Alemanno, a partire da maggio si interverrà con uno speciale programma di “ripascimento morbido” in sinergia con la Regione Lazio: 15,5 milioni di euro, 11,5 a carico della Regione e 4 stanziati dal Campidoglio, per allargare l’arenile di almeno 10 metri trasportando sabbie marine (lungo un tratto di un chilometro e mezzo dal Canale dei Pescatori in direzione Torvajanica) e per collocare – cominciando il prossimo ottobre – nove “pennelli a T”: scogliere immerse di roccia naturale, sotto costa, per frenare l’erosione durante le mareggiate. Un intervento indispensabile, dato che tra l’altro – ha sottolineato il Sindaco – “l’erosione mette a repentaglio gli stessi impianti balneari”.

 

Nel contempo, per la sicurezza di residenti e turisti, sarà anche quest’anno incrementata la presenza della Polizia Municipale sul territorio del XIII Municipio: 96 unità in più la domenica, 68 il sabato, 40 il venerdì e 26 dal lunedì al giovedì. Lo stesso spiegamento di forze dell’anno scorso, ma aumentabile – ha preannunciato il comandante Giuliani – in caso di necessità.


spiagge ostia

I compiti delle pattuglie di vigili: prevenire le fasi critiche del traffico, controllare le attività commerciali; intervenire contro sosta selvaggia, parcheggiatori e venditori abusivi sui punti critici (lungomare, via Litoranea, cancelli d’ingresso alle spiagge); di notte, effettuare controlli stradali presso i templi della movida e – aggiunge il Sindaco – “contrastare il fenomeno della prostituzione”.


Chiudono il cerchio il piano Ama (pulizia e raccolta rifiuti sul lungomare) e quello del Decoro Urbano di Roma Capitale, che con due squadre opera tra Castelfusano e il porto turistico. Il tutto, sottolinea il Sindaco, anche per invogliare romani e turisti a venire sul litorale, ricordando loro – con un’apposita campagna di comunicazione prossima a partire – che qui si può “trovare una grande ricchezza dal punto di vista naturalistico”.


A sostegno dell’operazione, ha detto il Sindaco nel corso del sopralluogo, è stato trovato un accordo tra Campidoglio e associazioni di categoria dei gestori di stabilimenti (Assobalneari, Fiba e Sib), stabilendo “un contributo straordinario a carico dei balneari di 50 mila euro per la stagione“. Alemanno ha ringraziato le associazioni degli operatori “per il senso di responsabilità dimostrato”.


A breve, ha infine preannunciato il Sindaco, sarà presentato il piano per riqualificare il lungomare (“waterfront”) del litorale romano. Le gare partiranno nei prossimi mesi.

Più informazioni su

Più informazioni su