Seguici su

Cerca nel sito

“Promuovere il volontariato tra i giovani di Latina”

l’assessore regionale Aldo Forte interviene sul ‘Campus Solidale’

Più informazioni su

Il Faro on line – “Un’iniziativa da lodare e da replicare”. Così ha definito l’assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte, il ‘Campus Solidale’ realizzato a Latina dall’associazione Mo.Da.Vi. (Movimento Delle Associazioni di Volontariato Italiano). Una iniziativa di tre giorni (partita lunedì 18), nel corso dei quali circa 550 ragazzi delle scuole superiori del Lazio (tra i 16 e i 18 anni) sono stati coinvolti a Latina in esperienze pratiche di volontariato. Ragazzi e ragazze che hanno partecipato in prima persona alle attività della protezione civile, in azioni di tutela dell’ambiente o in quelle delle associazioni che assistono i disabili, gli anziani o chi è caduto nella rete delle dipendenze.
“L’elemento di forza del Campus Solidale – ha aggiunto Forte – sta nel fatto che non si limita a parlare del volontariato attraverso convegni o seminari, ma chiama i giovani ad agire concretamente sul campo. Così da renderli partecipi e far capire loro che per cambiare le cose a volte basta veramente poco. È questione di una scelta. Una scelta che rifiuta l’egoismo e scommette sulla solidarietà. E lo fa anche partendo da un assunto fondamentale, ovvero che non può esistere una vera ripresa economica senza ripresa sociale”.
“Il volontariato – ha sottolineato – può rappresentare una grande risorsa per Latina. Una risposta che già esiste e opera sul territorio a quelle che sono alcune carenze dei servizi di tipo assistenziale. E che, però, va sostenuta e integrata maggiormente nella rete di interventi messi in campo dall’amministrazione. Da questo punto di vista la programmazione risulta prioritaria, soprattutto in un momento come quello attuale in cui la città si prepara al voto. Puntare sul volontariato vuol dire prestare attenzione ai problemi della vita quotidiana dei cittadini, soprattutto di chi ha maggiormente bisogno. Così come dei giovani, per la loro formazione non solo lavorativa, ma civica. Mi riferisco alla promozione della cittadinanza attiva e della responsabilità sociale. Principi che, in questa fase di crisi economica e di diffusione di cattivi modelli, sono fondamentali per risollevare le sorti di Latina e del nostro paese”.

Più informazioni su