Seguici su

Cerca nel sito

Area artigianale, aumentato l’indice fondiario

Gino Ciogli: “Storico passo in avanti”

Più informazioni su

Il Faro on line – E’ stato recentemente approvato dall’Amministrazione del sindaco Gino Ciogli un aumento dell’indice fondiario riguardante la zona artigianale “Pian del Candeliere”. Un progetto realizzato in collaborazione con la Federlazio che trasformerà in modo decisivo tutto il settore economico di Cerveteri. L’occasione è servita al sindaco Ciogli anche per chiarire alcune inesattezze emerse subito dopo la ratifica dell’importante documento.

“Dobbiamo premettere – ha detto Ciogli – che la decisione assunta dal Consiglio comunale è certamente la più equilibrata, soprattutto nell’interesse degli imprenditori di Cerveteri. Di fatto questo incremento di indice fondiario, e quindi di superficie coperta realizzabile, ha consentito e consente di raggiungere sostanzialmente due risultati:  il primo è quello di dare la disponibilità di maggiori superfici coperte alle attività produttive di Cerveteri che hanno dimostrato grande interesse ed entusiasmo all’iniziativa, tanto è vero che le superfici coperte previste dal piano di iniziativa privata sono sostanzialmente esaurite.

Il secondo motivo, altrettanto importante, è che tale decisione, contrariamente a quanto affermato da alcuni, è servita e serve a mantenere calmierato il costo dei manufatti produttivi rispetto agli importi che avevamo definito. La diminuzione delle superfici produttive avrebbe inevitabilmente comportato l’aumento dei costi unitari, tenuto conto dell’incidenza dei costi delle aree. La decisione dell’Amministrazione di approvare l’aumento dell’indice fondiario andrà soprattutto a beneficio degli artigiani di Cerveteri che vedranno mantenuto il costo unitario dei fabbricati, notevolmente più basso rispetto ai valori di mercato. Sulle procedure adottate, mi sento di dire che queste consentiranno di recuperare del tempo e non certamente di perderlo. La sovrapposizione delle due fasi garantisce la possibilità di iniziare a breve la realizzazione delle opere di urbanizzazione del Piano e, nel frattempo, di definire il perfezionamento burocratico della variante urbanistica alle N.T.A. che, ricordo, è variante non sostanziale”.
E soddisfazione per l’approvazione della delibera è stata espressa anche dal Vicedirettore Generale della Federlazio, nonché Presidente del Consorzio Attività Produttive Cerveteri, Giuseppe Giordano, protagonista principale per la realizzazione della nuova area industriale.
“Possiamo dire che la collaborazione tra la Federlazio e il Comune di Cerveteri sta portando notevoli frutti – dice Giordano – e non lo diciamo noi, lo dicono i fatti. Attualmente l’area artigianale locale, di 24 ettari, comprenderà a regime 8 ettari di parte pubblica e 16 ettari di parte privata. Sono numeri molto importanti che fanno ben capire le potenzialità di questo progetto in relazione a sviluppo ed occupazione territoriali. La collaborazione con tutta l’Amministrazione di Cerveteri sta portando degli effetti che inizialmente non avremmo potuto neanche immaginare. Non è infatti un caso se adesso, grazie a questi ottimi risultati, i progetti della Federlazio si stanno allargando anche su tutta la zona compresa nel Litorale Nord. Di questo ringraziamo il Sindaco Ciogli e la sua determinazione, nonché tutta l’Amministrazione, augurandoci di lavorare insieme anche nei mesi a venire, con la stessa proficua collaborazione”.

Più informazioni su