Seguici su

Cerca nel sito

Edilizia agevolata e popolare: case per 3.500 persone

Ciogli: “L’amministrazione comunale continua a lavorare per la città”

Più informazioni su

Il Faro on line – “Con l’approvazione della 167 il Consiglio comunale ha dato un colpo di acceleratore decisivo alla costruzione di nuovi alloggi di edilizia economica e popolare a Cerveteri. Era uno degli obiettivi dell’amministrazione che siamo orgogliosi di aver centrato”.
Con queste parole il sindaco Gino Ciogli ha commentato la ratifica della delibera che prevede la realizzazione di abitazioni in edilizia agevolata per circa 3.500 persone sia nella zona bassa di Cerveteri che nelle frazioni di Due Casette, Borgo San Martino, Sasso ed i Terzi. Nuovi alloggi che, sia grazie all’intervento delle cooperative edilizia, che all’eventuale partecipazione dell’Istituto autonomo case popolari, potrebbero dare una risposta significativa alla carenza di case su tutto il territorio di Cerveteri.
“E’ stata una discussione importante quella in Consiglio comunale – ha spiegato il sindaco Ciogli – da cui sono emerse posizioni significative agli occhi di tutta la cittadinanza. Ringraziamo i consiglieri di maggioranza che insieme alla lista civica del presidente Ramazzotti, hanno permesso l’approvazione della delibera che da tanti anni i cittadini attendevano. Chi ha votato contro ha confermato di non avere a cuore gli interessi della gente. L’amministrazione comunale continua a lavorare per la città, ora ci attiveremo per dare corpo al documento ed arrivare alla costruzione degli alloggi popolari ed in edilizia agevolata”.
Nel dettaglio, il progetto approvato dalla massima assise civica di Cerveteri prevede insediamenti edilizi per 3.000 residenti nella parte bassa della città attorno alla via Settevene Palo, 99 nella zona de I Terzi, 377 a Borgo San Martino e 296 nelle frazioni di Sasso e Due Casette.

Più informazioni su