Seguici su

Cerca nel sito

Minaccia di darsi fuoco dopo una lite con i datori di lavoro

i carabinieri riescono a farlo desistere dall’insano gesto

Più informazioni su

Il Faro on line – Un 48enne di origini siciliane, ma da tempo residente a Pomezia, ha messo in atto un gesto di protesta nella sede dell’Azienda Municipalizzata Pomezia S.p.a. di cui è dipendente a seguito di alcuni disaccordi avuti con alcuni dirigenti della società. L’uomo stava rappresentando il proprio disappunto in ordine ad alcune problematiche personali, quando, per nulla soddisfatto dalle loro risposte, dopo essersi allontanato, è tornato in sede a con una tanica di benzina da 2 litri. A questo punto si è cosparso il corpo con il liquido infiammabile e minacciando di darsi fuoco. Immediatamente sono stati contattati i Carabinieri della Compagnia di Pomezia che, giunti sul posto, hanno iniziato una lunga trattativa con l’uomo riuscendo, dopo un’ora circa, a farlo desistere dall’insano gesto.

Più informazioni su