Seguici su

Cerca nel sito

“Teleperformance, a rischio oltre 500 posti”

Miccoli (Sel) e Peciola (pd): “enti locali facciano pressione per non penalizzare i contratti”

Più informazioni su

Il Faro on line – Rischio licenziamento per 509 dipendenti della sede romana e 243 della sede di Fiumicino della società Teleperformance, multinazionale francese che svolge attività di call center in Italia. È l’allarme che lanciano in una nota congiunta i consiglieri provinciali di Sinistra Ecologia e Libertà e del Pd, Gianluca Peciola e Marco Miccoli, primi firmatari di una mozione di solidarietà presentata in consiglio provinciale che “impegna il Presidente e la Giunta a sostenere i lavoratori al fine di tutelare il loro posto di lavoro, il rispetto dei diritti e delle professionalità acquisite”.

“Nonostante Teleperformance – spiegano i consiglieri – abbia manifestato l’intenzione in accordo con i lavoratori per la continuazione del rapporto di lavoro e una gestione migliore dell’azienda a seguito di una precedente mobilitazione dei lavoratori nel 2010, la società ha continuato ad operare una politica gestionale fallimentare, che mira con molta probabilità a delocalizzare le postazioni di lavoro fuori dai confini nazionali. L’attuale procedura di licenziamento posta in essere prevede la riduzione di oltre il 50% del personale su tutte le sedi, di cui il 95% a Roma e il 50% a Fiumicino”.
Miccoli e Peciola auspicano che “tutti gli enti locali facciano pressione per non penalizzare i contratti di settore e a tempo indeterminato e siano salvaguardati i posti di lavoro”.

Più informazioni su