Seguici su

Cerca nel sito

Mensa scolastica, dal prossimo anno tariffa unica

Paliotta: “La quota forfettaria va incontro alle esigenze organizzative delle famiglie”

Più informazioni su

Il Faro on line – Mensa scolastica, si cambia. A partire dal prossimo anno scolastico la quota contributiva per la refezione scolastica sarà unica e l’importo varierà soltanto in base ai rientri settimanali della scuola frequentata. Più in particolare la retta mensile per la scuola materna a tempo pieno e per l’elementare a tempo pieno sarà di 58 euro, per la scuola elementare con un rientro di 11 euro, con due rientri 23 euro, con tre rientri 34 euro, per la scuola media con tre rientri sarà di 34 euro.
“L’amministrazione comunale – ha detto il sindaco Crescenzo Paliotta – ha ritenuto che la scelta di passare alla retta forfettaria per la refezione scolastica vada incontro alle esigenze delle famiglie nello snellimento delle procedure di utilizzo di questo servizio. Il contributo degli utenti per un pasto ora è di circa 2,90 euro per un totale di 58 euro mensili”.
Le quote forfettarie mensile dovranno essere pagate anticipatamente dal mese di  ottobre al mese di maggio. Non è previsto alcun pagamento per i mesi di giugno e settembre nei quali il servizio mensa si svolge parzialmente anche a compensazione delle vacanze natalizie e pasquali. Il pagamento mensile dovrà essere effettuato entro il 30 del mese precedente a quello di fruizione. In caso di mancata fruizione dei pasti dovuta all’assenza prolungata di oltre 15 giorni successivi è prevista una decurtazione della quota contributiva mensile da determinarsi mese per mese.  
“Il nuovo regolamento della mensa scolastica – ha detto il consigliere comunale e delegata alla pubblica istruzione, Francesca Di Girolamo – era un provvedimento necessario. La quota forfettaria da una parte va incontro alle esigenze organizzative delle famiglie e dall’altra ci permetterà di razionalizzare le risorse per quanto riguarda controlli e fatturazioni. Inoltre da quest’anno è necessaria l’iscrizione alla mensa scolastica, che a partire dall’anno scolastico 2012- 2013 dovrà essere eseguita contestualmente a quella della scuola”.
Nel nuovo regolamento nel caso di famiglie in condizioni di disagio socio-economico, previo accertamento da parte dell’Ufficio Servizi Sociali, è possibile prevedere l’erogazione di un contributo per coprire le spese relative al servizio mensa. Per l’erogazione del contributo l’Ufficio Servizi Sociali farà riferimento ai regolamenti in vigore per l’erogazione dei contributi economici.    
In questi giorni, inoltre, sono state inviate oltre 1800 lettere ad altrettanti utenti per verificare i pagamenti della retta scolastica relativa agli anni 2006-2007.
“Ci auguriamo in questo modo – ha detto l’assessore al bilancio, Giovanni Crimaldi –   di riuscire a recuperare 200.000 euro mancanti.  Dal prossimo ottobre la società Abaco, che si occupa di recupero crediti, passerà a verificare la morosità degli anni successivi. Il nuovo sistema operativo che abbiamo adottato per il servizio mensa ci permetterà di avere continuamente il polso della situazione riferito alla morosità”.
L’amministrazione comunale inoltre informa che è obbligatoria l’iscrizione al servizio di refezione scolastica. Il modulo è in distribuzione presso l’Ufficio relazioni con il pubblico in piazza Falcone aperto dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle 12 e il martedì e il giovedì dalle ore 15,30 alle 17. Per maggior informazioni www.comune.ladispoli.roma.it

Più informazioni su