Seguici su

Cerca nel sito

Lo reto: “Bene la libera cirolazione sulle spiagge”

Ma l'espoennte socialista è anche critico: "L'intervento però è tardivo"

Più informazioni su

Il Faro on line – Franco Lo Reto spina nel fianco dell’amministrazione, esponente ardeatino del P.S.I. nonchè ex assessore e più volte consigliere, plaude al ripristino della legalità per l’apertura nei consorzi di strade, sbarre, girelli, tornelli e cancelli. ” Se pur tardivamente – afferma Lo Reto – si è ripresa la lotta alla legalità per la libera circolazione nel suolo rutulo i cui passi erano ostruiti da sbarramenti, se pur questa amministrazione ideologicamente lontana dal mio credo e se pur tardivamente si è convinta di ripristinare la legalità sulla libra circolazione, un plauso va al sindaco Carlo Eufemi e quanti con lui collaborano per ultimare se pur tardivamente una lotta anche da noi intrapresa negli anni addietro” Con le dichiarazione di Franco Lo Reto tutti i responsabili dei partiti dell’arco costituzionale da sinistra a destra sono concordi con l’opera che sta svolgendo il sindaco Eufemi nel ripristinare se pur tardivamente la libera circolazione e l’accesso al mare come dice l’esponente socialista. In democrazia la maggioranza vince ed Eufemi e la sua maggioranza non solo hanno a loro favore tutti i partiti ed associazioni ma soprattutto l’intera popolazione stanziale e in buona parte anche quella stagionale che vede nella chiusura di strade ed accessi al mare un impedimento alla propria libertà. Il sindaco Eufemi ha assicurato più volte pubblicamente ed a mezzo stampa che porterà intrepido a compimento l’operazione “libertà di circolazione ed di accesso al mare” infatti nell’ordinanza n.47 del 21.06.11 il dirigente all’urbanistica  Aristodemo Pellico ordina: Ai consorzi “piccola Capri”, “Lido di Lollia”, “Marina Grande”, “Lido dei Coralli”, “Marina Piccola”,  “Vela Bianca”, “Lido di Tirenella” e “Lido di Tor San Lorenzo”, nelle persone dei rispettivi legali rappresentanti nel termine di cinque giorni dalle notifiche del predetto atto, di rimuovere ogni sbarramento al transito veicolare e/o pedonale, ripristinando lo status quo ante disponendo che, in caso di inottemperanza questa Amministrazione provvederà alla rimozione coatta con addebito delle somme occorrenti a carico dei consorzi inottemperanti. La polizia locale è incaricata a relazionare lo scrivente circa esatta ottemperanza alla presente Ordinanza.
Luigi Centore

Più informazioni su