Seguici su

Cerca nel sito

A.T.O.M. in partenza per Tokio

Storico incontro tra le realtà giovanili europee e cinesi. Ci sarà anche Active Travellers Ostia Movement

Più informazioni su

Il Faro on line – Il gruppo giovanile A.T.O.M. (Active Travellers Ostia Movement), realtà nata un anno fa nel territorio di Ostia con lo scopo di promuovere la partecipazione attiva dei giovani a livello locale ed internazionale (atomostia.blogspot.com), dopo il G8 e il G20 dei giovani a Parigi, al quale è stato presente con Francesco Tacconi, sarà impegnato in un progetto che si terrà a Pechino nell’ambito dello “Eu-China Year of Youth”. Questa volta sarà Stefano Tacconi – portavoce del gruppo di giovani – a recarsi  a Pechino per questo primo, storico incontro tra le realtà giovanili europee e cinesi. Ulteriore motivo di orgoglio per A.T.O.M. è che Stefano partirà, dopo aver superato una dura selezione, in rappresentanza dello YEU, Youth for Exchange and Understanding, network giovanile internazionale con partner in 30 Paesi tra Europa, Medio-Oriente ed Africa.(http://www.yeu-international.org/). L’anno europeo degli scambi giovanili con la Cina è un’iniziativa di pubblico interesse, proposta dai leader delle due parti, che permette ai giovani europei di conoscere la Cina e a quelli cinesi di sapere qualcosa in più sull’Europa attraverso le tematiche affrontate nei vari progetti (http://www.2011y.net/en/). In questo caso, l’argomento di discussione sarà lo sviluppo sostenibile, questione tra l’altro non nuova al giovane rappresentante A.T.O.M. che ha già partecipato ad un training course sullo stesso tema lo scorso Settembre in Spagna; ”Negli ultimi dieci anni la Cina è diventato un protagonista nella scena politico economica mondiale. Questa crescita impressionante, tuttavia, pone problemi sia dal punto di vista ambientale, la questione di un uso sostenibile delle risorse, ma anche dal punto di vista della democrazia, dell’inclusione sociale e della partecipazione dei giovani. Uno scambio di esperienze tra i giovani europei e cinesi sarà un’incredibile opportunità di confronto e di crescita.”
Riguardo l’“Anno della Gioventu Cina-Ue”, il Premier cinese Wen Jiabao, dopo aver presenziato alla cerimonia d’apertura di questa iniziativa il 23 Febbraio, ha affermato che “l’anno degli scambi tra i giovani cinesi ed europei aiuterà a rafforzare i valori comuni dei giovani delle due parti (…)  l’impatto sarà molto positivo e significativo non solo per le due parti ma anche per il resto del mondo” Al ritorno di Stefano da Pechino, sarà indetta una conferenza stampa pubblica dove sarà presentato il progetto.

Più informazioni su