Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, se sei disabile (ma non troppo) il Comune ti aiuta

La Tartaruga onlus: "I bambini più gravi vengono scartati dai programmi dedicati ai portatori di handicap"

Più informazioni su

Il Faro on line – Dopo tanti anni di anni di attesa finalmente il comune di Ardea finanzia un centro estivo per minori diversamente abili e per normodotati con problemi socio-familiari. Ottima notizia per tutte le famiglie che da anni aspettano un simile intervento dall’assessorato alle politiche sociali. “Ma come sempre – afferma un comunicato de La Tartaruga onlus, l’associazione familiari di bambini e ragazzi diversamente abili – una amara sorpresa li aspetta! Eh si perche’ iragazzi piu’ “gravi” vengono categoricamente esclusi da tale opportunita’ di integrazione e di socializzazione colpevoli solo di costare troppo all’amministrazione comunale. Allora meglio selezionare ragazzi con problemi lievi o inesistenti che comunque avrebbero libero accesso a qualsiasi altro centro estivo. Noi vogliamo sapere: quali sono stati i parametri di esclusione o di scelta dei bambini al centro dato chel’avviso pubblico prevedeva l’accesso ai disabili medio-gravi (ma poi i cosiddetti gravi rei di possedere” l’aggravante” della 104 comma 3 art.3 vengono improvvisamente esclusi); perché alcune famiglie sono state contattate telefonicamente dai servizi sociali ed altre non sono state neanche prese in  considerazione; come si puo’ rispondere,ad esempio ad una madre disperata con due ragazzi disabili all’interno del nucleo familiare: “Mi dispiace ma tuo figlio ci costa troppo serve una assistente solo per lui!”. Come sempre sono stati violati i diritti dei piu’ deboli e come sempre la causa e’ solo ed esclusivamente il dio denaro”.

Più informazioni su