Seguici su

Cerca nel sito

“Into Paradiso” vince il Circeo Film Festival

Miglior regista Marco Chiarini per “L’uomo fiammifero”, miglior attrice Emma Nitti per “5 (Cinque)”

Più informazioni su

Il Faro on line – “Into Paradiso” trionfa alla seconda edizione del Circeo Film Festival. La pellicola, diretta da Paola Randi, si è aggiudicato il premio per il miglior film e quello per il miglior attore, andato ex-aequo a Peppe Servillo e Gianfelice Imparato.
E’ il verdetto della giuria presieduta dal regista Paolo Genovese. Nella sezione corti ha vinto “Cuore di clown” di Paolo Zucca. Il premio per il miglior regista è andato a Marco Chiarini per “L’uomo fiammifero”, quello per la migliore attrice è ad Emma Nitti per la sua interpretazione in “5  (Cinque)” di Francesco Maria Dominedò.
La cerimonia di premiazione, presentata da Mauro Bruno e la showgirl Matilde Brandi, si è tenuta in una gremitissima piazza Vittorio Veneto. Sia il corto che “Into Paradiso” hanno ottenuto il premio in denaro “Marco Belardi per Lotus Production”. La regista Paola Randi ha ricevuto il premio, un Polpo d’Oro realizzato dall’artista Stefano Giordano, direttamente dalle mani di Paolo Genovese. “Ringrazio la giuria per aver scelto la mia opera – ha detto la Randi – ed è ancora di più un onore ricevere il riconoscimento in una splendida località come San Felice Circeo”. Grande soddisfazione anche per Peppe Servillo, premiato da Bruno Oliviero, uno dei principali protagonisti della rassegna grazie ai suoi magnifici scatti dei divi e delle dive del passato che hanno incantato il pubblico.
Gran finale con una maxi torta sul palco tagliata dal sindaco Vincenzo Cerasoli e dal vice sindaco Nicola Ceccato. Sul palco sono saliti tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita dell’evento; tra gli altri, il presidente della Pro Loco Silvano Fiorini, l’assessore provinciale Giuseppe Schiboni, la direttrice artistica del Festival Jessica Mangogna e le coordinatrici Elena Ventriglia e Rosalba Marzella.
Positivo il bilancio stilato da Paolo Genovese. “Il Festival – ha detto – ha rappresentato una vetrina importante per alcuni film che non avevano avuto una grandissima distribuzione e che rischiavano di finire nel dimenticatoio. E lo scopo di rassegne di questo genere è proprio di riscoprire piccoli gioielli nascosti”. L’evento non ha offerto solo cinema, ma anche danza, cultura (con il documentario promozionale “Circeo terra da Oscar), musica (che ha visto protagonista il compositore Louis Siciliano), e soprattutto la possibilità di vedere da vicino molti volti noti del mondo dello spettacolo. Nelle tre giornate del Festival, si sono alternati, tra gli altri, Alessandro Preziosi, Camilla Filippi, Roberto D’Agostino, Lucrezia Lante della Rovere, Massimiliano Bruno, Giada De Blanck, Amedeo Goria, Tilde Corsi, Amedeo Pagani, e Marco Belardi.
La manifestazione è stata organizzata da Pro Loco, Comune di San Felice Circeo, Agpc (Associazione giovani produttori cinematografici) con il patrocinio e il contributo del Ministero della Gioventù. Sponsor dell’evento, Cooperativa Circeo I°, Coop. Balneari del Circeo, Pepe Bianco, Del Prete srl, Lotus production, Società servizi nautici.

Più informazioni su