Seguici su

Cerca nel sito

Atral, Di Giorgi incontra i rappresentanti sindacali

In primo piano gli stipendi e la gestione del servizio di trasporto pubblico

Più informazioni su

Il Faro on line – L’amministrazione comunale di Latina è vicina ai 60 dipendenti della società Atral che gestisce il trasporto pubblico locale in stato di agitazione per il mancato pagamento dello stipendio di alcune mensilità.
Una situazione che il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi (nella foto) e l’assessore comunale ai Trasporti Alberto Pansera hanno voluto conoscere nel dettaglio incontrando questa mattina i rappresentanti delle organizzazioni sindacali.
Nel corso della riunione il sindaco ha ricordato che il Comune di Latina ha già sollecitato gli uffici competenti della Regione Lazio per cercare di capire come mai i contributi stanziati non siano stati ancora erogati, facendo presente che alla società Atral sono già stati pagati 200 mila euro e che a giorni dovrebbe ricevere un altro contributo di circa 80 mila euro.
Chiarimenti necessari e ben accolti dai rappresentanti sindacali che si sono dichiarati disponibili ad attendere risposte e propositivi di suggerimenti migliorativi dell’efficienza del servizio.
Ma l’incontro è stato anche un’occasione per affrontare alcune problematiche che da tempo influiscono sulla coordinazione del lavoro quotidiano.
Primo fra tutti il problema legato alla sicurezza dei lavoratori e degli utenti nell’area della stazione degli autobus in via Romagnoli.  Una preoccupazione sentita dalla cittadinanza che l’amministrazione comunale intende arginare, per quanto sia possibile, attraverso l’installazione di un sistema di video sorveglianza.
“Gli obiettivi che la realizzazione del sistema si prefigge – ricorda l’assessore Pansera –  sono la risposta concreta ed efficace al crescente bisogno di sicurezza espressa dai cittadini e lavoratori che sostano in quell’area anche nelle ore serali e notturne, la possibilità di un presidio elettronico continuativo del territorio in alternativa alla presenza fisica di personale”.
Una prima risposta seguita dalla spiegazione di come l’amministrazione comunale intende riorganizzare il servizio.
Il prioritario cambiamento interessa gli autisti, che dovrebbero svolgere non solo il compito di rilevatori ma di controllori. 
Infatti, per garantire che tutti gli utenti paghino il biglietto, è intenzione dell’amministrazione, attraverso un nuovo contratto, dare la possibilità a tutti i conducenti di elevare multe ai cittadini trovati privi del regolare ticket o abbonamento.
Novità che consentirebbe al Comune di non subire consistenti perdite e anzi poter investire in un ammodernamento del parco automezzi 
Nella riorganizzazione del servizio si intendono effettuare interventi sulle frequenze di alcune linee, esempio nei quartieri ex Q4/ Q5, aumentando così l’offerta del servizio.
Un servizio di trasporto pubblico che si intende potenziare anche attraverso l’aumento del servizio navette soprattutto per i collegamenti con la stazione ferroviaria di Latina Scalo e nella stagione estiva con la Marina
E’ inoltre interesse dell’amministrazione verificare l’efficienza e il funzionamento del parco macchine e soprattutto di capire perché alcuni pullman, trovati nei depositi, non siano mai stati utilizzati da anni.
“E’ nostra intenzione – conclude l’assessore – lavorare per cercare di cambiare le cose e migliorare la qualità del trasporto pubblico per avvicinarlo alle richieste dei cittadini e dei lavoratori. Speriamo di avere risultati concreti. La soluzione sarà quella di avere più linee con percorsi al massimo di trenta minuti. Crediamo che questo possa portare un sostanziale miglioramento e che i cittadini possano essere davvero invogliati a usare il mezzo pubblico per spostarsi in città”.

Più informazioni su