Seguici su

Cerca nel sito

“Un ragazzo fortunato”

sabato 16 luglio, Nori Corbucci presenta a Sabaudia il suo libro

Più informazioni su

Il Faro on line – Il mondo del cinema, delle comparse, dei tecnici che ne sono stati – insieme a registi e produttori – la linfa vitale in una Roma che per entusiasmo e professionalità nulla aveva da invidiare ai grandi Studios americani, fa da sfondo a «Un ragazzo fortunato» il nuovo libro di Nori Corbucci che sarà presentato sabato 16 luglio alle 19:00, presso la Corte del Comune di Sabaudia, nell’ambito del premio alla creatività femminile «Pavoncella»
(www.premiopavoncella.com), ideato da Francesca d’Oriano. Ad accompagnare il pubblico attraverso le pagine del libro, insieme all’autrice, vedova del grande regista Sergio Corbucci, saranno la giornalista Laura Laurenzi, la produttrice cinematografia Tilde Corsi e l’attore Luca Calvani. Ad introdurre la serata la giornalista e scrittrice Emilia Costantini, quale componente della giuria del «Pavoncella». L’ingresso è libero.

Con la presentazione de «Un ragazzo fortunato» di Nori Corbucci inizia così il lungo viaggio culturale e non solo della prima edizione del «Pavoncella», la cui giuria è presieduta da Daniela Brancati. Il premio, che gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Lazio, Provincia di Latina e Comune di Sabaudia, si concluderà nel giugno 2012 con la proclamazione dei sei finalisti delle altrettante sezioni in cui è suddiviso (imprenditoria, ricerca scientifica, creatività artistica, narrativa italiana, saggistica e opera prima).
Il libro
Toni, sveglio e intraprendente napoletano, parte alla volta di Roma, dove sarà ospite di Nino, un suo caro amico d’infanzia. Il ragazzo ha una smisurata passione per il cinema: lavorare in quel mondo dorato, ricco di persone interessanti e affascinanti, è il suo sogno più grande. Grazie al suo innato spirito d’iniziativa e alla sua audacia, riesce a ottenere un primo ingaggio presso la produzione di un grosso film sull’antica Roma del regista Terence Scott. Aiutato da un intuito portentoso e, soprattutto, da una fortuna sfacciata, il ragazzo riuscirà a intraprendere una carriera sempre più luminosa e si farà strada nel cinema fino a diventare insostituibile per il grande regista americano. Una vita intensa, fatta di continui viaggi per il mondo, alla scoperta di culture diverse e di diverse umanità. Questa non è però soltanto la storia delle gesta lavorative di questo ingegnoso self made man. È anche la storia della formazione intima e privata di un ragazzo che, solo dopo aver provato sulla sua pelle tante esperienze di vita, capirà che l’amore è più vicino di quanto crede, basta solo voler crescere, guardarsi dentro e riuscire ad ammetterlo a se stessi.

Nori Corbucci è nata a Napoli da genitori triestini e ha lavorato come costumista nel cinema. Moglie del grande regista Sergio Corbucci, vive e lavora a Roma. Nel 1981 il suo libro di poesie, «Oltre l’idea», è stato selezionato per il Premio Viareggio. Nel 1989 ha pubblicato «Fiabando», un libro di fiabe esoteriche. Nel 1993 ha collaborato con Orio Caldiron alla realizzazione di un’opera sul cinema di Sergio Corbucci. Nel 1998 è uscito «Il regista del mio cuore». Per Ibiskos Editrice Risolo ha pubblicato: «Nel giardino della Maharani» (2005), con prefazione di Oliviero Beha, Enrica Bonaccorti e Maria Rita Parsi, che è arrivato nella terna finale del Premio Massarosa; il grande successo «Ciak, motore azione. A lato, dietro e dentro al cinema» (2006); «In viaggio con Marta»; «Oliviero da lontano» (2008) e «La vita altrove» (2009) .   

Più informazioni su