Seguici su

Cerca nel sito

“Canali come fogne inquinano il mare”

I dati del Comitato Civico 2013

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Comitato Civico 2013 ha prelevato 10 campioni d’acqua lungo il corso dei canali di bonifica dell’entroterra ostiense e lungo il Canale dei Pescatori dove essi confluiscono. Lo scopo era di verificare la contaminazione fecale delle acque come principale indicatore di inquinamento dei canali. Di seguito, i valori rilevati in 100 ml d’acqua di colonie di Escherichia Coli (un tipo di coliforme la cui presenza nei corpi idrici segnala la presenza di condizioni di fecalizzazione) (UFC = Unità Formanti Colonia)
 
CANALE DEI PESCATORI (UFC/100ml)
Ponte Lungomare Caio Duilio (1a)    80 UFC
Ponte Lungomare Caio Duilio (1b)    70  UFC
Ponte via Villa di Plinio   (2)    530  UFC
Ponte via Luigi Pernier  (3)     720  UFC
 
FOSSO DI DRAGONCELLO
Chiusa via Canale della Lingua (4)    40  UFC
 
COLLETTORE PRIMARIO
Ponticello via Le Blant (5)   1530  UFC
Ponte Ferroviario via A.Chigi (6)  3630  UFC
Fosso di scolo al termine di via R.Rozzi (8)
(dietro impianto di sollevamento Paperacchio)    50  UFC
Ponticello via dei Romagnoli (9)  1970  UFC
 
Impianto di sollevamento ‘Infernetto’ su via A.Chigi (7)  200  UFC
 
“Il campionamento – spiegano dal comitato – è avvenuto tra le ore 9:36 e le ore 11:04 in presenza di cielo coperto, con temperatura tra i 24 e i 27°C e vento proveniente dal quadrante Ovest che ha finito per alterare i prelievi alla foce del Canale dei Pescatori a causa del moto ondoso marino risalente il canale stesso.
I campioni sono stati prelevati in maniera sterile e inoculati su singole capsule di Petri preparate con Coliscan Easygel per la coltura dei batteri. Dopo 48 ore di incubazione a temperatura ambiente, sono state rilevate dal colore blu le colonie dell’Escherichia Coli e dal colore rosa/rosso le colonie degli altri coliformi.
I dati provano l’elevato valore di contaminazione fecale del Canale dei Pescatori, non riscontrato verso la foce per via delle condizioni atmosferiche. Ricordiamo che se fino alla data del 30/06/2010 era sufficiente il superamento del valore  di 100 UFC per i coliformi fecali (ampiamente superato in ogni nostro campione), a partire dalla data del 01/07/2010, in acque marine, il valore limite è stato fissato a 500 UFC/100 ml di Escherichia Coli”.
“Questi dati verranno inoltrati agli organi competenti affinchè vengano presi seri provvedimenti lungo i corsi d’acqua dell’entroterra di Ostia. Prossimamente verranno eseguiti nuovi campionamenti anche a mare e confrontati con i valori rilevati dall’Arpalazio, entre preposto al controllo delle acque di balneazione”.

Più informazioni su