Seguici su

Cerca nel sito

“Sicurezza: Fiumicino la Cenerentola d’Italia”

Caroccia (Udc): “la politica di questo centrodestra fa buchi da ogni parte”

Più informazioni su

Il Faro on line – “Che svolta: il sindaco di Roma Gianni Alemanno, che sulla sicurezza ha incentrato tutta la propria campagna elettorale, dopo quasi tre anni di mandato si è finalmente reso conto dell’assoluta inadeguatezza dei mezzi e del personale messo a disposizione delle forze dell’ordine dal Governo Centrale. Meglio tardi che mai”.
E’ quanto afferma Angelo Caroccia, capogruppo dell’Udc di Fiumicino che sottolinea: “di una cosa vorrei rassicurarlo: anche a Fiumicino abbiamo lo stesso problema. Come si dice, mal comune mezzo gaudio”.
“È evidente – prosegue Caroccia – che la politica di questo centrodestra faccia buchi da ogni parte. Dal Comune di Fiumicino a Roma Capitale, arrivando al Governo sempre più stritolato dai diktat di una Lega Nord che da una parte stringe la mano ad Alemanno e dall’altra affossa il centro sud con pedaggi, nuove tasse, mancati investimenti e slogan sulla sicurezza che rimangono poi una chimera”.

“A Fiumicino la situazione forse è ancora più delicata. La polizia si muove con un organico ridottissimo. I carabinieri sono costretti a stare in una caserma insufficiente alle loro esigenze, mentre il nuovo edificio di via della Foce Micina è rimasto imbrigliato nelle solite querelle burocratiche ed è inutilizzato, nuovo e ancora impacchettato. Per non parlare dei vigili urbani, anch’essi sotto organico e attivi solo di giorno. La sera, purtroppo, rimangono a presidiare il comune soltanto quel manipolo di agenti per i quali dovremmo sbrigarci ad avviare le pratiche di beatificazione. E qualche istituto di vigilanza privato che tenta di dare una mano e mettere una pezza ai passaggi a vuoto del centrodestra”.

“Io la soluzione l’ho data più volte. Cabina di regia unica delle forze dell’ordine per meglio presidiare il territorio, e coinvolgimento più attivo degli istituti di vigilanza privata. In attesa Tanto vale affidarci a Maroni che ha assicurato ridarà ai sindaci-sceriffi tutti i poteri che erano stati tolti loro dalla solita magistratura. Bene. Anche se mi chiedo: che se ne faranno i sindaci di tutti questi poteri se non avranno chi saprà farli rispettare? Alla fine, temo, ci ritroveremo con tanti sceriffi, tutti senza pistole, cavalli e cowboy. Una piccola speranza comunque continuo ad avercela. Il prefetto Pecoraro ha dato ampie rassicurazione ad Alemanno su un immediato rafforzamento degli organici di Roma Capitale. Chissà non ci scappi qualcosa anche per Fiumicino”.

Più informazioni su