Seguici su

Cerca nel sito

“Case Ater, nessuna aggressione ma uno stimolo a far meglio”

villaggio azzurro, replica del consigliere de vecchis al presidente cacciotti

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ringrazio il presidente dell’Ater, Massimo Cacciotti, per la celere risposta al nostro accalorato auspicio. Prendo atto, non senza un certo compiacimento che a breve inizieranno i lavori di potatura delle alberature delle palazzine di competenza Ater. Intervento che noi auspichiamo da tempo e sentiamo anche un pochino nostro. Una conquista sudata e meritata per tutti cittadini del Villaggio Azzurro che hanno sempre fatto sentire la propria voce, senza mai travalicare quel senso civico che contraddistingue per fortuna il nostro Comune”.
Sono le parole del consigliere comunale del Pdl di Fiumicino, William De Vecchis (nella foto), in replica alla lettera inviata dal presidente dell’Ater Massimo Cicciotti.

”In merito al mio intervento e a quello del consigliere Paolini – spiega De Vecchis – non vedo dove Cacciotti possa riscontrare quell’aggressione di cui ha parlato. Al contrario io ne leggo uno stimolo a far bene, in quanto provenendo dalle stessa area partitica, abbiamo più di altri il dovere morale di dimostrare il nostro senso di responsabilità e la nostra abnegazione, dando un segnale di discontinuità rispetto alle passate gestioni di centrosinistra”.

“Il dottor Cacciotti dimentica che i ‘solerti’ consiglieri comunali hanno contribuito, e non poco, a far eleggere Renata Polverini. E la conseguente nomina di un uomo come lui alla presidenza Ater è per noi motivo di orgoglio. Orgoglio che però non deve distrarci dalla nostra missione e non deve far venire meno quel senso di responsabilità che a oggi è forse ancor più accentuato rispetto al passato”.

“È per questo che sentiamo il dovere e l’onere di criticare costruttivamente l’Ater, solo ed esclusivamente nell’interesse della collettività visto che le elezioni non sono di certo prossime. Riponiamo nel dott. Cacciotti la massima fiducia e stima. E siamo sicuri non ci deluderà. E poco male se dovrà ogni tanto pazientare di fronte ai nostri solleciti e agli stimoli che gli invieremo. Perché come lui – conclude – crediamo nella bontà degli amministratori di centrodestra e nel confronto”.

Più informazioni su