Seguici su

Cerca nel sito

“Territorio di Fiumicino a rischio implosione”

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento del presidente dell’associazione Nuovo Domani

Più informazioni su

Il Faro on line – Sono anni che la nostra  Associazione cerca , anche attraverso vari esposti e denuncie, di sensibilizzare, il Consiglio Comunale, le Istituzioni Pubbliche, Presidente della Repubblica compreso, sull’avanzamento del degrado Socio-Ambientale che avanza sembra ,senza nessun ostacolo , sul nostro Territorio.

Un Territorio massacrato dal cemento, gestito attraverso  piani di sviluppo Urbanistico che non hanno tenuto conto dell’incremento demografico, anzi fortemente favorito con scelte Politiche scellerate che non hanno prodotto altro che quartieri dormitorio,strade impraticabili,invivibilità sociale, dilagamento dell’abusivismo edilizio, assenza di luoghi di aggregazione e di svago, alto tasso di inquinamento ambientale e stravolto completamente quello che era il progetto iniziale di questo Comune.

Questo Territorio, avrebbe  dovuto essere un grande spazio libero, un polmone verde e salutare.

Un Territorio che avrebbe dovuto attrarre, con i suoi pregi ambientali, il mare, la cantieristica navale, la macchia mediterranea, lo sviluppo dell’agriturismo, dell’agricoltura e zootecnia qualificata, la valorizzazione dei suoi beni preistorici, archeologici,storici , culturali e delle tradizioni locali, un grande afflusso di turismo qualificato a tutto beneficio dell’economia e dell’occupazione locale.

Noi non vogliamo essere avvelenati da onde elettromagnetiche, rumori assordanti, e da scarichi continui di carburanti che nessuno sembra controllare.
Non volgiamo che i nostri fiumi e le acque canalizzate, diventino fogne a cielo aperto.
Non volgiamo che il nostro territorio, per interessi di pochi ,diventi un’unica pista di atterraggio.

Non vogliamo che una donna, anche se è il  Presidente della Regione Lazio, decida  da sola  di distruggere una parte del nostro Territorio, tra i più belli, incontaminati e produttivi, riversandoci sopra la “mondezza di Roma”.

Di mondezza, in altri termini,”Roma” già ne ha trasferita troppa sul nostro Territorio  saturandoci completamente !

A tale proposito, vorremmo suggerire alla Sig.ra  Polveri, che proprio davanti alla sede del Consiglio Regionale, in via della Pisana, basta guardare, ci sono ampi spazi con cave abbandonate e terreni improduttivi, a due passi da Roma, lontano da insediamenti abitativi, serviti da comodissime strade di accesso, un logo ideale per installare, un termovalorizzatore (leggasi tra le righe discarica), che come dice Lei ,non produce nessun inquinamento e ne danneggia la salute dei Cittadini.

Perché non realizzare il Suo progetto proprio su quei Terreni o gli stessi sono intoccabili per motivi di proprietà eccellenti ?
 

Ma tutto ancora non è perduto per il Comune di Fiumicino !

Ancora si può fare molto per salvare il nostro Territorio, ma bisogna cambiare atteggiamento Politico e culturale e liberare questo Comune , dall’ignoranza e dall’incompetenza di molti dei nostri Politici,  dalla sudditanza dei Baroni “Romani” che continuano a dettare Legge sul nostro Territorio.

Aprire nuovi e più qualificati tavoli di trattative finalizzati a migliorare il rapporto occupazionale, sviluppo economico e qualità della vita dei nostri Cittadini  con gli interessi dei  Poteri locali e Romani, Aeroporti di Roma, grandi imprenditori immobiliari e terrieri , compresa la Santa Sede e il Vaticano, investitori Italiani e Internazionali, Autorità Portuali e Sindacati di Categoria evitando conflitti ed interessi personalistici ma soprattutto fermare l’edilizia dormitorio e il deturpamento ambientale !

Ma per fare questo c’è bisogno di uomini e donne che conoscano la storia e le aspettative di chi ha voluto un Comune Autonomo,  che  siano consapevoli ed abbiano la preparazione necessaria a capire  che il Comune di Fiumicino ha una Sua Sovranità Giuridica , Politica e Legale.

Dovrebbero essere consci che riceviamo sulle nostre esistenze scarichi di ogni genere, che non abbiamo un Ospedale  e che  il tasso di disoccupazione o occupazione precaria giovanile tra i 18 e i 25 anni  sfiora circa il 70 % della Popolazione residente.

Soprattutto però, dovrebbero avere la predisposizione vera a sentirsi parte integrante e orgogliosa di combattere per i diritti dei residenti e  il futuro delle nostre giovani generazioni, orgogliosi di essere Fiumicinesi !

Qualità rarissime ! Che sembrano non essere proprie di chi ha la responsabilità di tutto questo.

La nostra Associazione , impedita volutamente dall’Amministrazione Comunale a svolgere la sua attività di protezione civile in questo Territorio, non rimarrà insensibile e inoperosa al cospetto di tanto scempio.

Noi vogliamo difendere questo Comune  e sopravviveremo a questi soprusi.

Per non rimanere  inoperosi attiveremo i nostri volontari nel settore della vigilanza ecologica e ambientale in stretta collaborazione con le Forze dell’Ordine,  cercando con le nostre forze, nel rispetto delle Leggi, di dare un contributo vero e tangibile alla tutela Ambientale nel  nostro… Comune.

Alfredo  Diorio (Presidente associazione Nuovo Domani)

Più informazioni su