Seguici su

Cerca nel sito

Acqualatina, scende in campo il Comune

Adesione all’accordo promosso dall’organismo di tutela dei conusmatori

Più informazioni su

Il Faro on line – Il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, ha sottoscritto nei giorni scorsi un protocollo d’intesa con l’OTUC (l’Organismo di Tutela degli Utenti e dei Consumatori del Servizio Idrico Integrato), L’ATO4 e la società Acqualatina S.p.A. in merito alle irregolarità contrattuali. Si tratta di un’iniziativa avanzata dall’OTUC di Latina e accettata dall’ATO4 per fornire una opportunità a tutti gli utenti che vogliano regolarizzare la propria
posizione contrattuale senza l’applicazione di sanzioni.

E’ invece discrezione dei sindaci aderire all’iniziativa, offrendo ai loro concittadini l’opportunità di poter usufruire delle agevolazioni messe a disposizione dalle Associazioni dei Consumatori dell’O.T.U.C. Tale iniziativa, infatti, comporta la mancata attribuzione delle penali previste per i contratti irregolari e/o abusivi totali e sarà in vigore fino al 30 settembre 2011.
In questa ottica il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, ha deciso di aderire all’iniziativa per fornire opportunità agli utenti della città. La regolarizzazione riguarderà gli usi impropri di acqua potabile o di fognatura e depurazione senza contratto, il prelievo idrico non autorizzato o la manomissione del contatore. Le parti hanno concordato una “Sanatoria delle irregolarità contrattuali”, che comporterà l’abbattimento totale delle penali e la normalizzazione delle situazioni irregolari. Tutti gli utenti interessati alla sanatoria potranno, quindi, regolarizzare la posizione contrattuale usufruendo dell’abbattimento del 100% delle penali, qualora, naturalmente, estinguano gli importi relativi ai consumi pregressi. L’accesso alla sanatoria può essere chiesto per un dei seguenti casi:

1) USO IMPROPRIO TOTALE: uso del servizio di acqua potabile e/o fognatura e depurazione senza contratto o comunque di prelievo non autorizzato, o i casi di rottura dolosa, manomissione o inversione del contatore, manomissione dei sigilli di chiusura;

2) USO IMPROPRIO PARZIALE: uso del servizio di fognatura e depurazione con contratto per il solo uso dell’acqua, senza nulla osta all’allaccio in fognatura;

3) POSIZIONE CONTRATTUALE IRREGOLARE: a) mancato subentro: nel caso in cui il nuovo utilizzatore del servizio non effettui la comunicazione al gestore entro 90 giorni dalla presa in possesso dell’immobile (proprietà, affitto, comodato,…) o 12 mesi in caso di decesso dell’intestatario da parte degli eredi; b) tipologia d’uso inesatta rispetto a quella registrata sul contratto (es. da uso domestico ad uso non domestico e viceversa); c) tipologia tariffaria inesatta rispetto a quella registrata sul contratto.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere presso lo sportello Acqualatina o telefonare al numero verde 800 085 850.

Più informazioni su