Seguici su

Cerca nel sito

Criminalità, confiscati beni per un milione di euro

Sotto sequestro otto ville, cinque appartamenti, alcuni terreni e un'autorimessa

Più informazioni su

Il Faro on line – Un decreto di confisca dei beni di Carmine Ciarelli, appartenente all’omonimo clan nomade che opera nel capoluogo, è stato emesso dal tribunale di Latina. Il decreto si ricollega a
un’imponente operazione di polizia giudiziaria eseguita lo scorso anno dalla Divisione anticrimine della Squadra mobile di Latina e dal Servizio centrale operativo di Roma, che portò al sequestro di beni mobili e immobili dei componenti dell’intera famiglia, composta da Antonio Ciarelli e dai figli Ferdinando, Luigi e Carmine.
Sotto sequestro erano finite complessivamente otto ville, cinque appartamenti, alcuni terreni,
un’autorimessa e sette autovetture. Le successive confische disposte dal tribunale erano arrivate nei mesi scorsi per quasi tutti i componenti del clan, i giudici si erano invece riservati sulla posizione di Carmine Ciarelli, vittima di un agguato armato il 25 gennaio del 2010. Il collegio penale ha ora ritenuto il tentato omicidio di Carmine Ciarelli “sintomo dell’attuale inserimento in un contesto criminale e territoriale condizionato dall’intimidazione”, disponendo la confisca dei beni a lui riconducibili, del valore di 1 milione e mezzo di euro: un fabbricato, due ville di lusso, un appartamento, un’autorimessa e un’autovettura.
(Fonte Ansa)

Più informazioni su