Seguici su

Cerca nel sito

Cultura del Mare, premio speciale ad Alberto Fortis

San Felice Circeo - Il cantautore riceverà il riconoscimento venerdì 22 luglio a Vigna La Corte

Più informazioni su

Il Faro on line – Alberto Fortis è il Premio speciale della Cultura del Mare 2011. Il cantautore riceverà il riconoscimento del Sindaco venerdì 22 luglio durante la cerimonia di premiazione della XXIII edizione del Premio letterario.

“La sedia di Lillà”, “Settembre”, “A voi romani”, sono solo alcune delle canzoni che segnano inequivocabilmente il talento di Fortis e la sua capacità artistica di cantautore di qualità.  Nell’arco della sua carriera ha pubblicato sedici album realizzati tra Italia, Stati Uniti e Inghilterra. Ha ottenuto un disco di platino e due d’oro, e ha superato il milione e mezzo di copie vendute. Il brano “Il Duomo di notte” è stato incluso nella classifica delle 100 canzoni fondamentali nella storia del pop-rock, in compagnia di titoli quali “Imagine” di John Lennon e “Like a Rolling Stone“ di Bob Dylan. Per il suo impegno in favore dei diritti umani nel maggio 2009 gli è stato attribuito The Human Rights Hero Awards.

Venerdì sera, sul palco allestito nello splendido giardino-belvedere, Alberto Fortis regalerà al pubblico grandi emozioni, suonando alcuni dei più bei brani della sua straordinaria carriera. La serata, ad ingresso libero, avrà inizio alle ore 20:30 e sarà presentata da Mauro Bruno e Pippo Franco, presidente della Giuria del Premio.

Nel corso della cerimonia si conoscerà il vincitore assoluto di questa edizione dedicata come ogni anno ai libri aventi per tema il mare, le sue coste, il suo habitat e le sue città. I tre finalisti sono Alessandro Barbero con “Lepanto – La battaglia dei tre imperi” (Edizioni Laterza), Donatello Bellomo con “Undici lettere all’ammiraglio” (Mursia) e Jean Cuisenier con “L’avventura di Ulisse” (Sellerio Editore).

“Lepanto” è un saggio avvincente di Alessandro Barbero, che racconta la prima grande vittoria della flotta cristiana sull’avanzata dell’impero Ottomano e spiega come due pezzi d’Europa, con profonde radici comuni, si siano separati per sempre.

In “Undici lettere all’ammiraglio” Donatello Bellomo racconta la vita di guerra e di amori dell’ammiraglio confederato Raphael Semmes, uno dei più grandi ufficiali di marina della storia. Infine, “L’avventura di Ulisse” di Jean Cuisenier, risultato di cinquant’anni di ricerche e navigazioni nel Mediterraneo e soprattutto delle due spedizioni, del 1999 e del 2000, in cui ha ripercorso le rotte di Ulisse per offrire una nuova interpretazione dell’Odissea di Omero.
A scegliere il terzetto, la Giuria presieduta da Pippo Franco e composta dai giornalisti Rai Puccio Corona e Luciano Onder, dai magistrati Angela Radesi Metro e Margherita Gerunda, da Giuseppe Marchetti Tricamo, direttore editoriale e docente universitario, e da Alessandro Bettosi, dirigente del Ministero delle politiche agricole e forestali. Segretaria del Premio la dott.ssa Lia Viola Catalano.

Più informazioni su