Seguici su

Cerca nel sito

Furti allo scalo, ladri incastrati dalle telecamere

Prendevano di mira i bagagli dei fedeli in preghiera nella cappella. Polaria in azione

Più informazioni su

Il Faro on line – La Polizia di Frontiera aerea di Fiumicino ha individuato e arrestato l’autore di diversi furti consumati nell’aerostazione in danno di cittadini stranieri, mentre erano intenti a pregare all’interno della cappella sita nel “terminal 3”.
In particolare, gli agenti di polizia giudiziaria – ricostruendo le modalita’ di consumazione dei furti attraverso le denuncie presentate – sono riusciti ad individuare le caratteristiche somatiche del responsabile utilizzando le telecamere di videosorveglianza aeroportuale che hanno consentito di rintracciare tutti gli spostamenti dell’uomo e di accertare il suo particolare modus operandi.
Si tratta di un trentunenne pregiudicato kossovaro, soprannominato dagli investigatori “il ladro dei fedeli”, che dissimulava la sua presenza nell’area di raccoglimento spacciandosi per un devoto musulmano che fingeva di essere appena uscito dalla sala.
Attendeva quindi che qualche fedele si approssimasse all’interno della sala e che si volgesse in preghiera per dar corso al furto.
Gli investigatori della Polaria, una volta memorizzato il volto del malfattore, dopo numerosi servizi di appostamento effettuati  nei pressi  della stanza dedicata al raccoglimento, hanno individuato l’uomo che è stato bloccato dopo un inseguimento.
Gli agenti della Polaria hanno accertato che poco prima, insieme ad altri due complici, l’uomo si era reso responsabile di altro furto consumato in danno di un diplomatico saudita.
I fotogrammi acquisiti dagli investigatori hanno consentito di operare il fermo  del cittadino kossovaro il quale, non potendo negare l’evidenza probatoria delle immagini, ha confessato di essere l’autore dei furti.

Più informazioni su