Seguici su

Cerca nel sito

Teatromusica all’Olmo, cultura e spettacolo in piazza

Questa sera l'appuntamento conclusivo della rassegna

Più informazioni su

Il Faro on line – Numeroso il pubblico ha riempito la storica piazza accanto all’antico ghetto ebraico della Giudea e di fronte la “casa degli spiriti”. Tra le serate proposte, l’evento di giovedì 14 luglio: è stata l’occasione per festeggiare i venti anni dal primo concerto a Fondi di Ambrogio Sparagna, etnomusicologo celebre in tutto il mondo. La rassegna si è aperta con il Festival Fondi ‘La notte delle voci’ e il concerto con l’orchestra del maestro Raffaele Cherubino dedicato al leggendario Quartetto Cetra che annoverava tra i quattro il fondano Felice Chiusano.
Gli eventi sono organizzati dall’Associazione Teatromusica Fondi, in collaborazione con la Pro Loco, Radio Antenna Musica e il periodico La Voce.
La manifestazione gode del patrocinio del Comune di Fondi assessorato alla Cultura, del coordinamento Creia Ambiente e Sviluppo Sostenibile della Regione Lazio, della XXII Comunità Montana, della Banca Popolare di Fondi.

Questa sera la rassegna, riconosciuta da tutti per cultura e spettacolo di prim’ordine, si concluderà alle 21,00 quindi con la commedia in dialetto fondano. La storia si svolge nella giornata del venerdì santo del 12 aprile 1963 nella storica piazzetta dell’Olmo Perino. Un quartiere famoso di Fondi che ospita la “Giudea” e la cosiddetta “casa degli spiriti”, è stato anche immortalato dal celebre regista fondano Giuseppe De Santis nel premiato film del 1954 “Giorni d’amore” con Marcello Mastroianni e Marina Vlady. La commedia, attraverso il protagonista Michele con la sua bottega di sarto, narra tutte le consuetudini e la vita di Fondi degli anni ’60: la religiosità, la politica, lo sport, la cultura, l’economia, gli amori, le leggende e i personaggi tipici di quei tempi. E’ uno spaccato divertente, in cui l’autore Virginio Palazzo, fa rivivere i valori di un paese, con tutti i suoi contrasti, offrendo allo spettatore diversi spunti di riflessione che si specchiano nella vita odierna. Un luogo “magico” quello dell’Olmo Perino, dove tutti si recano anche solo per qualche minuto.

(Fotografie, Lello Padrone)

Più informazioni su