Seguici su

Cerca nel sito

Volante inciampa sull’uso civico

Non passa la proposta di mozione avanzata dal presidente del Consiglio comunale

Più informazioni su

Il Faro on line – Non ottiene i favori del Consiglio la proposta di mozione avanzata dal presidente Policarpo Volante. La mozione sostenuta dal consigliere Bruno Cimadon è stata respinta all’unanimità dagli altri componenti dell’assise dopo il discorso del capogruppo del Pd, Antonino Abate (nella foto), il più papabile candidato a sindaco del Pd, il quale ha spiegato come spesso certe proposte siano state oggetto di “attenzione della Corte dei Conti”.
Sostenitori della tesi del capogruppo Pd, se pur ideologicamente lontani, i consiglieri Ettore Antinucci, Fabrizio Acquarelli e Alberto Montesi, quest’ultimo capogruppo dello stesso partito del presidente Volante. “Ancora una volta si stava per far commettere all’assise consiliare – hanno spiegato – un’ingiustizia in danno della collettività e dell’erario”.

Purtroppo prima della legge Storace, chi voleva affrancare il terreno sul quale possedeva un manufatto, doveva farsi rilasciare una perizia dalla Regione per un costo che variava dagli 800 ai 1.000 euro per un lotto di circa mille metri quadrati. L’intero pagamento andava alla Regione Lazio. Gli allora richiedenti, accettarono la perizia, altri consigliati da tecnici comunali, stipularono delle polizze fideiussorie ottenendo il permesso di costruire. In seguito, però, molti hanno smesso di pagare, perché nessuno ha vantato le polizze e, ora che Equitalia ha richiesto per conto della Regione i soldi dell’affrancazione, c’è chi si è rivolto al politico di turno o ha preferito vendere lasciando il problema ai tanti acquirenti.

Il consigliere Abate, tra l’altro consigliere nell’Anci, ha contrastato con veemenza e professionalità la proposta. Da notizie non confermate ma neppure smentite sembrerebbe che il dirigente all’urbanistica Aristodemo Pellico, presente in aula, abbia dato disposizioni di controllare le concessioni rilasciate a seguito di affrancazione dell’uso civico non andate a buon fine. Non è escluso che certe concessioni possano essere revocate. Con grande soddisfazione del sindaco Carlo Eufemi il Consiglio è proseguito con l’approvazione all’unanimità tutti i punti all’ordine del giorno.  Tanto da dichiarare: all’unanimità tutti i punti all’ordine del giorno”.
Luigi Centore

Più informazioni su