Seguici su

Cerca nel sito

Sanità, protocollo di intesa tra regione e Carabinieri

Il Faro on line - Migliorare l'efficacia dei controlli e delle attività di vigilanza in materia di tutela della salute partendo da un'intensificazione del rapporto tra servizio sanitario regionale ed i Nas di Roma, Latina e Viterbo. Questo l'obiettivo alla base del protocollo d'intesa siglato dal presidente della regione Lazio, Renata Polverini, e dal generale Cosimo Piccinno, comandante del nucleo Carabinieri per la tutela della salute.

"E' un'intesa importante - ha spiegato Polverini - solo altre due regioni, Lombardia e Abruzzo, si sono dotate si uno strumento simile ma il protocollo siglato dalla Regione Lazio presenta elementi di novità, con linee guida per arrivare ad ulteriori protocolli più puntuali materia per materia".


Questa intesa, ha aggiunto Polverini, è "uno strumento necessario per l'azione di contrasto agli sprechi, e non solo. Sarà utilizzato per tutte le strutture sia pubbliche che private: dai grandi ospedali ai piccoli ambulatori proprio per garantire da un lato la tutela e la sicurezza della salute, dall'altro che il denaro pubblico sia veramente orientato per quello che è il tema della salute".

L'accordo, di durata triennale, prevede un miglioramento ed un potenziamento delle attività di controllo attraverso un continuo e costante scambio di flussi informativi tra il Comando dei Carabinieri per la tutela della salute e la Regione Lazio.

"Nei prossimi giorni - ha aggiunto la presidente Polverini - comunicherò a tutte le strutture la sottoscrizione di questo protocollo ed annuncerò le visite che da questo momento in poi partiranno, non solo con gli ispettori che come regione abbiamo messo in campo anche e non solo per il piano di rientro, ma anche con il personale dei Nas".

"Spesso - ha detto il generale Piccinno - si sente parlare di truffe al Sistema sanitario, ma poi, alla fine, è una truffa ad ognuno di noi. Per la Regione - ha aggiunto il comandante del nucleo Carabinieri per la tutela della salute - è importantissimo recuperare in questo settore, dove ci sono sicuramente sprechi ed è concreto il rischio di infiltrazioni. Dobbiamo stare attenti, perché nella sanità si possono creare danni molto maggiori di una semplice sanzione amministrativa".

Più informazioni su

Più informazioni su