Seguici su

Cerca nel sito

“Se Canapini non ha i numeri si dimetta”

Il monito del capogruppo dell’Idv, Claudio Cutolo e del consigliere del Pd, Paolo Calicchio

Più informazioni su

Il Faro on line – “Se Canapini non ha i numeri si dimetta. Fiumicino ha bisogno di una maggioranza stabile che governi e centri quelle promesse che da otto anni rimangono sul programma elettorale dei sogni del centrodestra. L’unica alternativa a questa maggioranza sono le elezioni”.

È il commento del capogruppo dell’Italia dei valori, Claudio Cutolo e del consigliere del Pd, Paolo Calicchio.

“Siamo di fronte a uno strappo che difficilmente potrà essere ricucito – sottolineano -. E prima ancora che il sindaco provi a raddrizzare una situazione incancrenita, chiedendo appoggi esterni e chiudendo taciti accordi che rischiano di bloccare ancora lo sviluppo del nostro comune, noi diciamo no a governicchi di transizione. Fiumicino ha bisogno di una maggioranza solida per superare il guado della crisi. Una maggioranza che si occupi finalmente in pianta stabile dei problemi che da qui ai prossimi mesi dovranno essere affrontati: discarica, termovalorizzatore bando per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani; porto turistico, porto commerciale, sviluppo aeroportuale; occupazione. Non possiamo più permetterci black out o situazioni di stallo che rischiano di facilitare infiltrazioni criminali. In otto anni questo comune è stato preda di menzogne e dei litigi di una maggioranza rissosa, che ha pensato più a se stessa a ingurgitare posti di potere che non a far crescere un territorio ricco di risorse e inespresso come Fiumicino. È ora di dire basta: Canapini ha fallito. Prenda atto di questo e faccia le valigie. La città, per una volta, lo ringrazierà”.

Più informazioni su