Seguici su

Cerca nel sito

Riccione Moda Italia: l’agenda “en rose” è la più bella del 2012

La vincitrice è Marina Gattola, designer venticinquenne di Latina. Lei suggerisce tessuti raffinati e una vita “in rosa”.

Più informazioni su

Il Faro on line – Forse quando andava a scuola un diario così se lo sognava. Nei toni del rosa, con ruche, pizzi, nastri per tener ferme le matite e un metro da sarta come segnalibro, simbolo del desiderio di creare. Ora, grazie all’agenda BE-U 2012, quasi completamente bianca e ideata per essere personalizzata, l’ha realizzata. Si tratta di Marina Gattola, 25 anni di Latina, vincitrice del contest BE-U 2012 nell’ambito della workshop-evento Riccione Moda Italia. Marina, assieme ad altri 29 giovani designer, ha partecipato al laboratorio per stilisti emergenti culminato in una settimana di seminari e sfilate dal 18 al 24 luglio a Riccione. I suoi modelli sono stati apprezzati, ma a vincere uno dei diversi contest è stata la sua interpretazione di BE-U 2012. Oltre alla sua, altre 9 agende finaliste saranno esposte al Block 60 di Riccione, meta dei giovani di tutta Europa che vogliono catturare le nuove tendenze della moda.

“L’agenda è il riassunto del mio percorso creativo, dei lavori a cui sono più affezionata. La decorazione è in tessuto, la ruche è il ricordo di un copri spalle, il pizzo sulla copertina faceva parte di un cappotto, il metro-segnalibro è un richiamo alla sartoria, all’interno ho applicato un piccolo promemoria della settimana riccionese: un puzzle della cartina geografica dell’Italia. All’esterno ci sono fasce dove inserire oggetti, gomme, matite, o altro”, spiega Marina Gattola, raggiunta telefonicamente a Parigi dove lavora come buyer per un’azienda di abbigliamento. La giovane, laureata in Fashion e Industrial design al Politecnico di Milano, sogna un futuro diverso e presto intraprenderà un corso di alta sartoria per poi applicarla al design. Di Riccione Moda Italia conserva un ricordo importante: “Perché mi ha fatto scoprire un mondo al quale voglio appartenere, non è solo stata un’esperienza personale, ma di vita”. Di BE-U afferma: “E’ stata una sfida creativa e anche il mio omaggio ai sogni di ragazzina che stanno, piano piano, diventando realtà”.
Marco Mazzoni, uno degli ideatori dell’agenda, sull’opera vincitrice dichiara: “Ha vinto la migliore scelta cromatica e la ragazza che ha saputo meglio trasmettere lo spirito effervescente e allegro insito nell’agenda”.

La genesi di BE-U ha inizio nel 2005 quando Mazzoni, allora neodiplomato, ha avuto un’idea semplice ma innovativa. Rilanciare l’informazione gratuita e dal basso all’interno delle scuole superiori, perché tutti i giornalini studenteschi stavano piano piano svanendo nel nulla. Così è nato BLOGmag, un giornale che si è diffuso a macchia d’olio in molti istituti scolastici italiani lasciando liberi i ragazzi di raccontare e raccontarsi. Figlia quasi naturale di BLOGmag è stata BE-U, un’agenda bianca dove continuare il racconto, ancora più liberi.

Più informazioni su