Seguici su

Cerca nel sito

Mancata sorveglianza: arriva il divieto di balneazione

Niente bagno ad Ardea. Il disappunto di commercianti e turisti

Più informazioni su

Il Faro on line – Sembra non trovare pace il lungomare di Ardea e di Tor San Lorenzo: reiterato anche quest’anno il divieto di balneazione per mancanza di sorveglianza lungo la spiaggia libera. L’amministrazione comunale avrebbe dovuto istituire una sorveglianza per i bagnanti mettendo sulla spiaggia postazioni a torretta e bagnini per il salvataggio ma per mancanza di soldi e di organizzazione il servizio anche quest’anno è saltato.

Già l’anno scorso il dirigente del settore urbanistica e lavori pubblici Antonello Rocca aveva affisso dei cartelli per segnalare tale disservizio, operazione ripetuta quest’anno dal suo collega Aristodemo Pellico.

Il fatto non è certo piaciuto ai commercianti del lungomare che anche durante il periodo estivi sono penalizzati nel loro lavoro, un lavoro che d’inverno è scarso di incassi e d’estate è costretto a subire passivamente i venditori ambulanti e il rischio chiusura per mancanza di autorizzazioni allo scarico e controlli commerciali e urbanistici (anche quest’anno è convinzione di molti che finirà come negli anni precedenti in una bolla di sapone).

“Come se non bastasse la crisi economica ora anche i divieti di balneazione affissi dagli uffici preposti” dicono i commercianti.
E proseguono affermando che attualmente “l’unica iniziativa che si è dimostrata favorevole per il lungomare e per i quarantamila cittadini di Ardea è stata quella del sindaco Carlo Eufemi che ha fatto aprire i cancelli dei consorzi che  affacciano sul mare. Ma non basta”.
Luigi Centore

Più informazioni su