Seguici su

Cerca nel sito

Tassista aggredito da un noleggiatore allo scalo

Marinelli: “E’ urgente un incontro tra parti sociali e istituzioni per trovare una soluzione a una situazione intollerabile”

Più informazioni su

Il Faro on line – Cinque giorni di prognosi al tassista che questo pomeriggio ha avuto la peggio durante una discussione poi degenerata in lite con un noleggiatore. Un botta e risposta acceso tra i due che ha poi via via assunto toni sempre più incandescenti fino a richiedere l’intervento dei militari della Guardia di finanza e degli agenti della Polaria per sedarla. L’episodio si è verificato intorno alle 16.30 nella zona arrivi del Terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino. Motivo della discussione? Sembra la disputa per una corsa. Sulla questione è intervenuto il Fronte dei volenterosi, che riunisce le sigle sindacali Fit-Cisl, Ugl-Taxi, Federtaxi, Cisal Atitaxi Mit per esprimere solidarietà al tassista. “Un tassista è stato picchiato da un noleggiatore, riportando ferite al volto, a causa di una disputa per una corsa”, recita la nota. L’uomo  è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale Grassi di Ostia per essere medicato di alcune lievi escoriazioni. Il Fronte dei volenterosi ritiene però “allarmante la recidiva del noleggiatore per violenze, sempre durante diverse dispute, per accaparrarsi la corsa”. “Da troppo tempo denunciamo tali episodi”, proseguono le Auto bianche, esprimendo “personale sostegno al collega”. Per questa ragione  da lunedì 5 dicembre i tassisti presidieranno con colleghi fuori turno gli scali aeroportuali chiedendo “a gran voce il ripristino della legalità e della trasparenza in quella che dovrebbe essere la prima porta d’ingresso del Belpaese”. Anche domani sono previste agitazioni,

“Ennesimo inaccettabile episodio di violenza all’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino, dove un tassista è stato aggredito da un noleggiatore». Lo rende noto il segretario nazionale Taxi – Ugl trasporti, Pietro Marinelli, per il quale «la misura è colma: è urgente un incontro fra parti sociali e istituzioni interessate per trovare una soluzione ad una situazione intollerabile, determinata dalla confusione che ancora domina nel settore. Dobbiamo garantire l’incolumità di tutti i lavoratori dei taxi – conclude il sindacalista – e la loro dignità professionale”.

Maria Grazia Stella

Più informazioni su